Volkswagen studia il primo parabrezza antigelo

lo speciale parabrezza Low-E evita il processo di congelamento o di condensa della superficie vetrata.

Volkswagen studia il primo parabrezza antigelo

Tutto su: Volkswagen

di Francesco Donnici

08 novembre 2010

lo speciale parabrezza Low-E evita il processo di congelamento o di condensa della superficie vetrata.

I tecnici Volkswagen in collaborazione con il Fraunhofer Institute stanno sviluppando il primo parabrezza anti-appannamento e antigelo al mondo chiamato Low-E.

La Casa automobilistica tedesca è da tempo impegnata nell’offrire il maggior comfort e il più alto grado di sicurezza possibile sulle proprie automobili. Un esempio lampante di questo sforzo è proprio lo studio di questo nuovo tipo di parabrezza che a differenza dei tradizionali cristalli riscaldabili che disappannano il vetro, evita direttamente il processo sul nascere, scongiurando qualsiasi tipo di congelamento o di condensa. Sul vetro non si forma nessuna pellicola di ghiaccio perché la perdita di calore verso l’esterno è ridotta al minimo, impedendo così il raffreddamento della superficie vetrata.

Naturalmente, il rivestimento Low-E non può impedire completamente la formazione di ghiaccio o di condensa, ma può ridurre significativamente l’intensità dei processi. Il progetto è ancora in fase di sviluppo, tra i principali problemi che ostacolano la realizzazioni vi è un’interferenza sulle frequenze radio e su quelle del telefono cellulare, che ne limita l’utilizzo.[!BANNER]

“Ci vorrà del tempo prima che il parabrezza anti-gelo sia pronto per il mercato, ma stiamo lavorando intensamente per raggiungere questo obiettivo”. ha dichiarato Thomas Drescher, Capo dello sviluppo del marchio Volkswagen. “Per il Gruppo Volkswagen, il parabrezza anti-gelo rappresenta un’innovazione di successo unica in tutto il mondo“. ha detto Thomas Drescher di Volkswagen per lo sviluppo”.