Mercedes-Benz AMG GT-R: premiata per il Torque Tube

La Casa della Stella a Tre Punte si aggiudica il MATERIALICA Design+Technology

Mercedes-Benz AMG GT-R: premiata per il Torque Tube

Tutto su: Mercedes-Benz AMG GT

di Valerio Verdone

25 ottobre 2016

La Casa della Stella a Tre Punte si aggiudica il MATERIALICA Design+Technology

Sportiva senza compromessi, in grado di rivaleggiare con auto specialistiche quali la Porsche 911 GT3 RS, la Mercedes-Benz AMG GT-R vanta un asso nella manica: l’alloggiamento dell’albero di trasmissione in carbonio, denominato Torque Tub, dal peso di soli 13,9 kg (40% più leggero del componente in alluminio della Mercedes-AMG GT).

Proprio questa componente, realizzata con l’innovativo materiale [glossario:composito] rinforzato con fibre di [glossario:carbonio] si è aggiudicata il Materialica Design+Technology Silver Award nella categoria ‘Product’. Ma non è tutto, perché il brand teutonico ha conquistato anche il Silver Award nella categoria ‘CO2 Efficiency’ grazie la struttura a microsandwich sviluppata da Daimler AG. Si tratta di un nuovo sistema di materiali che offre infinite possibilità di impiego e in grado di ridurre il peso di ogni componente fino al 50%.

Con il Torque Tube le flange d’accoppiamento metallico possono tranquillamente andare in pensione, in favore di questo materiale [glossario:composito] di fibre di [glossario:carbonio] dalla forma tubolare capace di dar vita ad un’unica struttura monolitica insieme alla flangia di accoppiamento, soggetta a notevoli sollecitazioni.

Inoltre, il nuovo alloggiamento tubolare dell’albero di trasmissione in [glossario:carbonio] rende possibile il collegamento diretto tra motore e cambio secondo la tipologia costruttiva a transaxle, aggiungendovi una straordinaria resistenza alla flessione ed alla rigidità torsionale.

Insieme all’albero di trasmissione in [glossario:composito] di fibre di carbonio, la carcassa monolitica in [glossario:carbonio] può gestire tranquillamente  i 700 Nm di coppia della Mercedes AMG GT R da 585 CV e, in caso di guasto, contribuisce ad evitare pericolose variazioni dalla traiettoria ottimale.