Fiat Tipo Opening Edition: la prova di acquisto

In concessionaria per acquistare la nuova Fiat Tipo, nella accessoriata versione Opening Edition. Sarà veramente conveniente?

Nuova Fiat Tipo 2016: nuove immagini

Altre foto »

Sotto la lente della stampa specializzata fin dalle prime anticipazioni, ancor più attesa dopo la presentazione ufficiale e l'inizio delle vendite a prezzi estremamente promozionali. Stiamo parlando della nuova Fiat Tipo: non potevamo non provare ad acquistarla.

Una promozione "magnetica"

Il listino che parte da 16.500 euro per il diesel e addirittura 12.500 euro per il benzina rappresenta un richiamo pubblicitario impossibile da ignorare, una promozione che risuona sui media come una calamita. Con la nuova Tipo il costruttore ha messo in pratica la filosofia Value for money, mettendo a disposizione della clientela un prodotto straordinariamente ricco di contenuti ad un prezzo estremamente contenuto. L'opposto delle low cost che bilanciano alla perfezione il listino contenuto con altrettante carenze in qualità, appeal e dotazioni.

Una vettura nuova, apparentemente furba ed esattamente al passo con i tempi proiettati verso una crisi economica che prima o poi dovrà finire, un'auto che permette alla clientela di avere quel qualcosa in più già da subito, preparando la strada magari a futuri modelli premium del gruppo già vagamente assaporati con la apparente superiore qualità e dotazione di Tipo.

In sostanza una testa di ponte nella gamma che potrebbe permetter il salto di qualità a molti, abbandonando l'utilitaria per concedersi il lusso senza costi supplementari del segmento superiore. Proprio come già accaduto in un non più recente passato, con chi lasciava la 127 per portare la famiglia in 128 o chi pur affascinato dalla Uno sceglieva i maggiori volumi disponibili con la Regata. Altri tempi di un'Italia che cresceva da sola, situazioni impossibili da replicare oggi senza la filosofia della Tipo.

In concessionaria

Per il nostro acquisto abbiamo confrontato le offerte di una grande concessionaria ufficiale FCA con quelle di una più piccola organizzata della rete del marchio. Ci siamo recati all'appuntamento con la nostra nuova vettura alla guida di una vecchia Tipo 1.4 AGT, una versione base con 21 anni di onorata carriera e 229.000 km percorsi senza alcun problema. La nostra intenzione era quella di ottenere gli sconti previsti nell'offerta necessariamente vincolati alla rottamazione della nostra vetusta vettura. Per la verità nella concessionaria più grande abbiamo scoperto di poter rottamare qualsiasi mezzo con la targa, anche il nostro vecchio scooter, mentre nell'altra le loro regole imponevano l'accettazione solamente di autovetture in cambio della promozione per Tipo.

Tralasciando le simpatie che ha destato l'omonimia delle vetture oggetto della trattativa e l'ormai rara casualità di vedere arrivare il cliente con un auto di 4 generazioni più vecchia, siamo andati al dunque della trattativa dopo circa 30 minuti di confidenza ed autoapprendimento del modello, vista la mancata spontanea disponibilità ad una ben che minima preventiva illustrazione delle vetture da parte dei venditori.

La vettura comunque parla da sé ed è bastato poco per rimanere positivamente impressionati dal rassicurante design, dallo spazio vitale a bordo e dalla piacevole scoperta di una qualità reale distribuita su tutti gli aspetti della vettura, sorprendentemente a nostra disposizione per soli 12500 euro! Grande bagagliaio, spazio abbondante per le gambe sia davanti che dietro, sedili ben profilati e divano posteriore realmente degno di portare il nome del nostro più affezionato oggetto di arredamento casalingo, sono solo una parte del percorso che ci ha portato diretti nelle mani del venditore a chiedere lumi per poterla acquistare.

Due motorizzazioni Euro 6 già ben note sul resto della gamma, il benzina 1.4 da 95CV e il turbodiesel 1.6 120CV Multijet 2, distribuite su due livelli di allestimento, Opening Edition e Opening Edition Plus, quest'ultimo riservato solo al diesel. La differenza tra i due si limita alla dotazione aggiuntiva del navigatore satellitare, riconoscibile dalla presenza di un display più abbondante a centro plancia, della retrocamera e dei riusciti cerchi diamantati da 17 pollici. Di base la vettura ha già molto, come dimostra la nutrita lista delle dotazioni di serie, delle quali a titolo esplicativo non possiamo non evidenziare: Il sedile posteriore sdoppiato dotato di tre poggiatesta, il sensore di controllo pressione pneumatici TPMS, i sensori di parcheggio posteriori, l'apertura automatica del baule, i cerchi in lega da 16", il climatizzatore automatico, l'ESC e tanto altro ancora. Indispensabile a nostro avviso tra i pochi equipaggiamenti extraserie scegliere la ruota di scorta di dimensioni pari all'originale al posto del kit di riparazione, che incide per 200 euro e la vernice metallizzata per ulteriori euro 700, praticamente una scelta obbligatoria se non amiamo l'unica tinta pastello disponibile senza sovrapprezzo, il Bianco Gelato. L'aver previsto in gamma un rosso, un blu e un nero pastello sarebbe stato un grosso regalo alla clientela che avrebbe sicuramente privato il costruttore di un notevole guadagno supplementare astutamente ottenuto con la scelta limitata della tavolozza colori.

Il preventivo finale

Alla resa dei conti la vettura così configurata ci è stata proposta chiavi in mano su strada dalle due realtà commerciali a 13.700 euro nella versione benzina Opening Edition, a 17.600 euro nella versione diesel Opening Edition dalla più piccola organizzata con una differenza di 100 euro a sfavore della concessionaria più grande, mentre abbiamo raggiunto 18.700 euro nell'allestimento Opening Edition Plus da quest'ultima con una differenza di 100 euro a sfavore stavolta del punto vendita  più piccolo. Partendo da un listino di 14.500 euro, il benzina accessoriato a nostro piacimento  su strada sarebbe dovuto arrivare a circa 15.720 euro, che confrontato con l'offerta ricevuta ci ha permesso di risparmiare anche qualcosina in più rispetto ai 2.000 euro promessi in promozione. Per i diesel, listini rispettivamente di 18.700 per la Opening e 19.900 euro per la Opening Plus che sono saliti a poco più di 20.000 e 21.200 euro con gli accessori e l'Ipt. In questo caso il vantaggio si traduce in 2.400 euro di sconto sulla prima e ben 2.500 euro sulla più desiderabile Plus.

Se come recita Fiat sui depliant illustrativi del modello" ci vuole poco per avere tanto", rimangono poche possibilità alla nostra vecchia Tipo di sopravvivere ancora al progresso dei tempi. Unica chance di restare con noi almeno due mesi in più sarebbe stata la scelta della motorizzazione 1.4 benzina, che attualmente ha tempi di consegna decisamente più lunghi rispetto al Diesel. 

Se vuoi aggiornamenti su FIAT TIPO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Yves D'Alessandro | 10 febbraio 2016

Altro su FIAT Tipo

Nuova Fiat Tipo Station Wagon: prezzi da 14.900 euro
Ultimi arrivi

Nuova Fiat Tipo Station Wagon: prezzi da 14.900 euro

Debutta a settembre con un "porte aperte" dedicato la nuova Fiat Tipo Statio Wagon, pratica familiare dall'ottimo rapporto qualità-prezzo.

Fiat Tipo Station Wagon: professionista della versatilità
Aziendali

Fiat Tipo Station Wagon: professionista della versatilità

La nuova Fiat Tipo Station Wagon guadagna tanto spazio per i bagagli e diventa ancora più pratica nell’utilizzo professionale.

Fiat Tipo 5 porte: spazio al tuo business
Aziendali

Fiat Tipo 5 porte: spazio al tuo business

Perfetta per i professionisti, la versione 5 porte della nuova Tipo unisce ad uno spazio da record una dotazione completa e costi di gestione ridotti.