Panama Papers, l’evasione planetaria coinvolge anche l’automotive

Lo scandalo delle società off-shore di Panama potrebbe coinvolgere anche alcuni italiani illustri.

Ha davvero una connotazione planetaria il cosiddetto scandalo dei "Panama Papers", ovvero una mole incredibilmente elevata di documenti relativi ad una rete di ben 214mila società off-shore basate a Panama presso lo studio legale Mossack Fonseca. Lo scandalo è emerso grazie ad un'inchiesta dell'Icij, il consorzio internazionale dei giornalisti investigativi.

Dai documenti risulta coinvolto un numero elevatissimo di personalità influenti del panorama internazionale, come ad esempio politici, calciatori, imprenditori ed in genere personaggi molto in vista. Lo scandalo riguarda anche numerosi italiani illustri: secondo le ipotesi dell'accusa sarebbe coinvolto anche l'attuale Presidente dell'Alitalia Luca Cordero di Montezemolo che ai tempi del presunto illecito ricopriva la carica di Presidente della Ferrari.

Montezemolo ha immediatamente smentito che lui o i membri della sua famiglia abbiano società off-shore. Nella lista delle oltre 800 personalità italiane che presumibilmente risultano coinvolte nello scandalo, c'è anche l'ex pilota di Formula Uno, Jarno Trulli, che per il momento non risulta abbia rilasciato dichiarazioni in merito.

Se vuoi aggiornamenti su PANAMA PAPERS, L’EVASIONE PLANETARIA COINVOLGE ANCHE L’AUTOMOTIVE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 04 aprile 2016

Vedi anche

Alfa Romeo Giulia Milano, in Cina 33" per venderne 350 online

Alfa Romeo Giulia Milano, in Cina 33" per venderne 350 online

E' accaduto durante un evento promosso da Alibaba, il "Tmall Super Brand Day"

Gp Australia, Mercedes e Ferrari partono alla grande

Gp Australia, Mercedes e Ferrari partono alla grande

A Melbourne le nuove monoposto schizzano: il più veloce nelle prove libere è Hamilton con 1:24.220, -5" rispetto al 2016!

Porsche, maxi bonus a tutti i dipendenti

Porsche, maxi bonus a tutti i dipendenti

La casa tedesca festeggia gli utili del 2016 ricompensando i lavoratori con 9.111 euro