Multe, la decorrenza ha inizio solo dopo che si verifica l'infrazione

Sulla questione è intervenuto il Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi: "Le norme del Codice della strada non sono fatte per sanare i bilanci".

Il modus operandi di molte amministrazioni comunali di lasciar decorrere i 90 giorni per la contestazione delle multe non dalla data di commissione della multa stessa ma da quella in cui gli organi accertatori visionano i fotogrammi degli apparecchi, è stata bocciata dal Ministro dei Trasporti Maurizio Lupi. "L'accertamento inizia quando l'operatore verifica l'infrazione" ha dichiarato il Ministro.

La polemica è arrivata in Parlamento a seguito della marea di multe che nelle scorse settimane sono state commissionate a Milano.

Durante il question time alla Camera, Lupi ha definito "illeggittima" questa prassi: "Le norme del Codice della strada non sono fatte per sanare i bilanci" ha detto. Immediata la replica della giunta milanese: "Le dichiarazioni del ministro Lupi ci meravigliano", ha dichiarato l'assessore alla Sicurezza e alla Polizia Locale, Marco Granelli. "Voglio chiarire un equivoco: il Comune non fa cassa con le multe ma la Polizia locale ha il dovere di sanzionare chi non rispetta la legge e mette a repentaglio l'incolumità propria e quella degli altri utenti della strada. Anche così abbiamo dimezzato gli incidenti a Milano". 

Ad ogni modo il ministero ha fatto sapere che "laddove dovessero pervenire ulteriori segnalazioni di fattispecie analoghe, assumerà le opportune valutazioni in ordine all'eventuale emanazione di una circolare esplicativa finalizzata a favorire l'uniformità del giudizio delle prefettura nell'attività di decisione dei ricorsi presentati dai cittadini".

 

Se vuoi aggiornamenti su MULTE, LA DECORRENZA HA INIZIO SOLO DOPO CHE SI VERIFICA L'INFRAZIONE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 14 dicembre 2014

Vedi anche

Eric Clapton mette in vendita la Ferrari f40

Eric Clapton mette in vendita la Ferrari f40

Il musicista ha messo in vendita l’esemplare ad un prezzo che supera il milione di euro

Mazda HCCI: dal 2018 motori senza candele

Mazda HCCI: dal 2018 motori senza candele

Il sistema HCCI che equipaggerà i futuri motori SKYACTIV a benzina permetterà di abbattere i consumi del 30%.

Paga la tassa alla motorizzazione in monete

Paga la tassa alla motorizzazione in monete

L'incredibile iniziativa di un uomo americano che si è presentato negli uffici con una carriola piena di spiccioli ammontanti a 2.987,45 dollari