Richiami General Motors, sono 124 le vittime da risarcire

Nel consuntivo finale della casa americana si parla di 124 morti e 274 infortunati di cui 17 gravi.

Si arricchisce di un nuovo episodio la storia infinita del maxi richiamo della General Motors relativo ai blocchetti di accensione difettosi. La casa americana ha concluso le verifiche delle 4342 richieste di indennizzo ricevute tra decesso e casi di infortuni.

Nel consuntivo finale si parla di 124 morti e 274 infortunati di cui 17 gravi.

Ancora non è chiaro quale sarà il valore del risarcimento (si parla di, in media, 1 milione di dollari per ogni deceduto).

Al momento sono 100 le offerte di risarcimento non accettate dai parenti delle vittime che adesso hanno 90 giorni di tempo per decidere se intentare una causa (ovviamente il motivo è quello di ottenere un risarcimento più alto).

 

Se vuoi aggiornamenti su RICHIAMI GENERAL MOTORS, SONO 124 LE VITTIME DA RISARCIRE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giovanni Mercadante | 05 agosto 2015

Vedi anche

Adam Carolla mette in vendita la sua collezione di rarissime Lamborghini

Adam Carolla mette in vendita la sua collezione di rarissime Lamborghini

L'attore e doppiatore statunitense manda sul mercato vetture dal valore complessivo di circa 4 milioni e mezzo di dollari

Matteo Renzi al volante della Lamborghini Huracán LP610

Matteo Renzi al volante della Lamborghini Huracán LP610

Il presidente del consiglio in visita allo stabilimento di Sant'Agata Bolognese

Ferrari F40: prima il restauro, poi le fiamme

Ferrari F40: prima il restauro, poi le fiamme

Incendio per il gioiello di Maranello del 1987: colpa di una autocombustione che si è generata nel vano motore