F1: torna il binomio Lotus-Senna

Il nipote dell’indimenticato Ayrton Senna è il terzo pilota della scuderia Lotus Renault.

F1: torna il binomio Lotus-Senna

di Valerio Verdone

02 febbraio 2011

Il nipote dell’indimenticato Ayrton Senna è il terzo pilota della scuderia Lotus Renault.

Ammettiamolo, il colore nero ed oro che campeggia su una monoposto con il logoLotus rievoca sensazioni straordinarie, ricordi meravigliosi e stimola l’immaginazione. Poi, se al volante della vettura in questione c’è un pilota che porta un cognome magico come quello del mitico Senna, l’effetto retrò è completo.

Merito di una circostanza: l’appiedamento di Bruno Senna da parte della HRT, che ha favorito la formazione di un binomio epico. Certo, il nipote del leggendario Ayrton è arrivato nel team Lotus Renault come terzo pilota e difficilmente lo vedremo impegnato in una gara nel 2011, ma il futuro potrebbe riservare affascinanti scenari.[!BANNER]

Infatti, il secondo volante nel team è sempre stato in bilico da almeno un paio di stagioni e Bruno Senna, se sarà convincente nei test potrebbe anche passare titolare nel 2012. Ovviamente, sarà difficile per lui ripetere le gesta del mitico Ayrton che, con la Lotus nera e oro, portò a casa 15 pole position e 4 vittorie tra il 1985 e il 1986, ma bisogna ammettere che l’operazione nostalgia in uno sport passionale come la F1 funziona alla grande.