F1, Petrov: "Alonso? Un gran maleducato"

Petrov ritorna sulla gara di Abu Dhabi e non risparmia dure critiche al pilota spagnolo, che alle sue spalle ha perso clamorosamente il Mondiale

Non è andato proprio giù a Petrov il gesto di frustrazione che Alonso gli ha dedicato sotto il traguardo della gara di Abu Dhabi e così in una chat iberica ha esternato il suo disappunto.

In riferimento alla gara vera e propria il pilota russo ha affermato: "Io ho fatto la mia gara, Alonso la sua". Poi ha continuato con una vena decisamente moralista per spostare l'argomento della discussione sull'etica professionale. "Questo è un lavoro e come ogni lavoro io voglio farlo nel migliore dei modi. Senza sconti e con professionalità. Io ho fatto solo quello che dovevo fare. Lui ha provato a fare il suo di lavoro".

Infine, è venuto al punto, ritornando sull'atteggiamento di stizza che il pilota spagnolo ha avuto a fine gara. "Il gesto di Alonso dopo il traguardo ha dimostrato una sola cosa: la mancanza di educazione del pilota della Ferrari". Parole inutili, cha vanno ad alimentare una sterile polemica in un momento in cui i riflettori sulla F1 si sono spenti per riaccendersi il prossimo anno.

Forse Petrov avrebbe fatto meglio a tacere, comprendendo il disappunto e il nervosismo di un pilota che ha dovuto dire addio al titolo mondiale a causa di un'errata strategia di gara.

Se vuoi aggiornamenti su F1, PETROV: "ALONSO? UN GRAN MALEDUCATO" inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 18 novembre 2010

Vedi anche

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

F1: la Williams conferma il ritorno di Massa

Un ritiro che di fatto... non c'è mai stato: per sostituire Bottas approdato in Mercedes, la Williams sigla un contratto con il driver paulista.

Dakar 2017, si conclude con il trionfo Peugeot

Dakar 2017, si conclude con il trionfo Peugeot

Storica tripletta per la 3008DKR nella difficile maratona motoristica

Dakar 2017: annullata la nona tappa

Dakar 2017: annullata la nona tappa

La decisione è stata presa per colpa del brutto tempo