WRC: nel 2018 Hyundai riparte all’assalto

Dopo le ottime prestazioni dello scorso anno e con il secondo posto maturato nelle classifiche piloti e costruttori punta in alto.

WRC: nel 2018 Hyundai riparte all’assalto

Tutto su: Hyundai i20

di Valerio Verdone

14 gennaio 2018

La Hyundai ha lottato alla grande nel mondiale rally del 2017 e la sua WRC, la i20 Coupe, ha dato del filo da torcere alle altre vetture con prestazioni entusiasmanti. Infatti, Neuville ha colto ben quattro successi in campionato maturando la seconda posizione nel mondiale piloti, un risultato a cui si aggiunge anche il secondo posto del team nella graduatoria riservata ai costruttori.

Così, nel 2018 la Casa coreana non può che ambire quanto meno a confermare quanto di buono è riuscita a fare nel 2017, magari puntando ancora più in alto con l’apporto di Mikkelsen strappato alla Citroen con cui aveva corso alcune gare maturando buone performance.

Proprio il pilota appena citato, insieme a Neuville, correrà tutte le gare del 2018, mentre Sordo e Paddon si alterneranno nei restanti appuntamenti con la terza vettura del team. Insomma, uno squadrone che diventa ancora più competitivo con l’arrivo di Mikkelsen, e che potrebbe anche cogliere il massimo risultato se Ogier, il campionissimo degli ultimi anni, avesse qualche flessione.

In vista del primo appuntamento, quello del rally di Monte Carlo, in programma dal 25 al 28 gennaio, il team principal Michel Nandan ha dichiarato: “siamo arrivati vicino al titolo nel 2017, ma sappiamo di non aver avuto la giusta continuità di prestazioni. L’intento è quello di correggere questi aspetti nella stagione 2018, che vedrà tutti i team lavorare a miglioramenti delle vetture. Abbiamo molto rispetto dei nostri avversari: le loro performance ci spingono a migliorarci gara dopo gara, guidandoci verso i nostri obiettivi”.

Insomma, anche se non è stato dichiarato apertamente, i tempi sono maturi per Hyundai per puntare al mondiale e con Mikkelsen potranno arrivare altri punti pesanti.