Sì alla F1 a Roma per rilanciare il turismo

Il Gran Premio di Formula Uno a Roma si inserisce in un progetto volto a diversificare il turismo nella capitale

Sì alla F1 a Roma per rilanciare il turismo

di Andrea Barbieri Carones

10 maggio 2010

Il Gran Premio di Formula Uno a Roma si inserisce in un progetto volto a diversificare il turismo nella capitale

Fra i nuovi progetti che mirano a far diventare Roma una meta turistica plurisettoriale, c’è anche la Formula Uno. La giunta Alemanno ha infatti presentato i progetti che mirano ad allargare l’offerta della città sui mercati internazionali e che puntano a catturare il turismo golfistico, quello da diporto e quello legato alle monoposto.

”Il Gran Premio di Formula Uno sarà qualcosa di fantastico per lo sport e per la città” ha detto Maurizio Flammini, presidente dell’omonimo gruppo. “Sarà interessata tutta l’area delle Tre Fontane che era straordinaria negli anni Sessanta e che poi è andata verso un degrado inaccettabile”.

La Formula Uno, secondo gli organizzatori dell’evento e secondo la giunta Alemanno è uno dei 3 grandi eventi dello sport mondiale insieme ai mondiali di calcio e alle Olimpiadi, in grado di portare vantaggi sia in campo occupazionale sia in campo economico.[!BANNER]

Per accogliere questa sfida, occorre però iniziare a costruire le infrastrutture: dai box, al centro stampa che deve accogliere oltre 1000 giornalisti provenienti da tutto il mondo, al centro Broadcasting, all’area Hospitality.

“Vogliamo chiedere all’amministrazione di facilitare l’iter burocratico per realizzare gli interventi nel quartiere dell’Eur, che ospiterà la gara, perché sono solitamente veramente lunghi. Chiediamo di poter avere un aiuto da questo punto di vista che non è per noi ma per la comunità”.

No votes yet.
Please wait...