La USF1 rischia di perdere le prime 4 gare

il team USF1 vede l’ingresso nella massima formula come un evento lontano, lontanissimo. In aiuto, interviene la Fia

La USF1 rischia di perdere le prime 4 gare

di Valerio Verdone

23 febbraio 2010

il team USF1 vede l’ingresso nella massima formula come un evento lontano, lontanissimo. In aiuto, interviene la Fia

Dopo l’entusiasmo dello scorso anno, acceso dalle dichiarazioni del caso, il team USF1 vede l’ingresso nella massima formula come un evento lontano, anzi lontanissimo. Infatti, non è un mistero che la squadra americana abbia un clamoroso ritardo nello sviluppo della monoposto e che rischi seriamente di non poter prendere parte ai primi quattro gran premi della stagione.

Per questo la FIA sta cercando di capire quale sia la strada giusta per venire in soccorso della nuova realtà della F1. La Federazione sta valutando, allo stato attuale delle cose, se sia meglio attendere o cercare di accelerare i tempi del debutto del nuovo team. Nel primo caso la USF1 potrebbe scendere in pista in occasione della quarta gara del 2010 e sarebbe costretta a pagare una pesante penale per i gran premi saltati, mentre nella seconda ipotesi potrebbe unirsi a un altro team per velocizzare le fasi di sviluppo della vettura. In ogni caso, si tratta di soluzioni tampone che tentano di scongiurare un eventuale slittamento del debutto nel circus iridato nel 2011.[!BANNER]

Certo, la situazione attuale della squadra americana non è delle migliori ed è figlia della diaspora dei costruttori voluta da Mosley che ha aperto le porte della F1 a team nati dal nulla e privi delle risorse economiche delle grandi case automobilistiche.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...