Financial Times: Fiat potrebbe rilevare Opel

Secondo il Financial Times il “piano B” di Fiat, qualora non andasse in porto la trattativa con Chrysler, potrebbe essere l’acquisizione di Opel

Financial Times: Fiat potrebbe rilevare Opel

di Leopoldo Canetoli

22 aprile 2009

Secondo il Financial Times il “piano B” di Fiat, qualora non andasse in porto la trattativa con Chrysler, potrebbe essere l’acquisizione di Opel

.

Mentre il globetrotter Marchionne va e viene da Detroit, a Torino avrebbero pronto un piano “B” da lanciare se saltasse l’accordo sempre più difficile con la Chrysler. “Noi guardiamo con attenzione a tutto, non escludiamo nulla” ha ammesso il presidente della Fiat Luca Cordero di Montezemolo, su eventuali alleanze e trattative.

Per il Financial Times, ma ne aveva già parlato anche Autoweek, il partner possibile potrebbe essere la Opel per la quale il fondo Cerberus che controlla oltre l’80% di Chrysler potrebbe valutare una soluzione europea. E ancora il Financial Times si chiede se non sarebbe meglio per la Fiat acquisire la Opel e gli altri assetti europei di General Motors invece di entrare in Chrysler.

Non so quante chance possa avere l’operazione – ha detto il premier Berlusconiperché non ne conosco i dettagli, ma ho fatto i miei auguri affinchè possa andare in porto“. E il Ministro per lo sviluppo economico Scajola ha aggiunto: “Il Governo si augura che si raggiunga l’accordo che sarà utile per tutto il sistema industriale italiano“.

Tra i manager italiani interessati a questa espansione in terra USA anche il presidente della Pirelli Marco Tronchetti Provera, che ha ammesso: “L’intesa sarebbe una cosa bellissima per Fiat e per il Paese. Per Pirelli sarebbe un partner con cui sviluppare collaborazioni su scala più grande, ci potrebbero essere piattaforme su cui lavorare assieme come il “cyber tyre” con Brembo e Magneti Marelli…Questa collaborazione potrebbe aiutare loro e noi e siamo aperti ad accelerare questo processo per dare all’industria italiana nuove opportunità di sviluppo“.

Sulla trattativa in corso a Detroit trapelano indiscrezioni dei giornali americani. Il Wall Street Journal parla di pressing del Tesoro, secondo il New York Times la Chrysler non riceverà ulteriori aiuti per 750 milioni di dollari in seguito alla decisione di alcuni manager di non accettare restrizioni sui compensi. Tutto, come si può capire, è ancora da decidersi.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...