Fiat: il 2011 è un anno di transizione

Il crossover Freemont unica novità 2011. Nuovi modelli arriveranno solo tra un anno, e si dovrà attendere il 2013 per le nuove Punto e Bravo.

Fiat: il 2011 è un anno di transizione

di Luca Gastaldi

26 gennaio 2011

Il crossover Freemont unica novità 2011. Nuovi modelli arriveranno solo tra un anno, e si dovrà attendere il 2013 per le nuove Punto e Bravo.

Da alcune dichiarazioni rilasciate recentemente da Andrea Formica, ad Fiat Automobiles, al quotidiano La Repubblica si possono tracciare i lineamenti più o meno nitidi della produzione con marchio Fiat da qui al 2012 e 2013.

Diciamo subito che il “qui” non è granché rassicurante. Il 2011 è considerato un anno di transizione e vedrà la moria di modelli quali Croma, Multipla, Seicento e Punto Classic, che nel 2010 hanno totalizzato circa 50mila unità vendute.

Tutto, o quasi, si reggerà perciò sulla piccola 500 che, a quanto dicono al Lingotto, sembra tenere su tutti i mercati, anzi, viene utilizzata come “testa d’ariete” per traghettare il marchio un po’ ovunque. È lei, infatti, la portabandiera di Torino. Il prodotto che personifica lo stile Fiat.

Quindi un anno non facile, durante il quale bisognerà riuscire trattenere i clienti fino al 2012 sperando nel successo della Freemont, in vendita dal prossimo trimestre. Si tratta del nuovo crossover costruito su base Dodge.

Nel 2012, invece, arriveranno la “L0”, una sorta di evoluzione della Multipla, e la nuova Panda. Il grande salto si dovrebbe compiere nel corso del 2013, quando vedranno la luce le nuove Punto, Bravo e la Citycar.[!BANNER]

Nel frattempo, quindi, alla Fiat non resta che affilare le poche armi a disposizione, cercando di attirare clienti con prezzi d’attacco come quelli praticati su Punto MyLife: equipaggiamento completo a 9.900 euro. Lo stesso concetto verrà applicato, da marzo, a Bravo e Panda.