Mercato auto 2017, ad aprile in calo del 4,6%

Con 160.359 immatricolazioni il mercato delle auto è in flessione rispetto allo stesso mese del 2016

Mercato auto 2017, ad aprile in calo del 4,6%

di Valerio Verdone

03 maggio 2017

Con 160.359 immatricolazioni il mercato delle auto è in flessione rispetto allo stesso mese del 2016

I dati diffusi dal Ministero dei Trasporti parlano chiaro: nel mese di aprile il mercato dell’auto ha visto una flessione del 4,6% rispetto allo stesso mese del 2016, e così il numero totale delle immatricolazioni è sceso a 160.359. Un dato che è figlio di previsioni errate, visto che le proiezioni di vendita hanno risentito delle tante km0 immatricolate che ancora necessitano di essere smaltite.

Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, l’associazione che rappresenta i concessionari di tutti i brand commercializzati in Italia, ha spiegato: “ad aprile abbiamo registrato una diminuzione di affluenza presso le concessionarie e di conseguenza flettono le immatricolazioni, complice anche l’abbondante infornata di ordini del primo trimestre che ha anticipato una parte della domanda. Ma il quesito è: questa battuta d’arresto nella crescita è da imputarsi alle vacanze pasquali o è il sintomo di un rallentamento del trend di crescita? Noi riteniamo che da qui a fine anno assisteremo a una decelerazione della crescita e che l’anno possa concludersi con un incremento del +8% circa rispetto al 2016. Il che porterebbe le immatricolazioni totali a circa 1.950.000 pezzi”.

Lo stesso ha poi rivelato: “auspichiamo che nel mese di maggio ci sia un recupero, soprattutto nelle vendite ai privati. Canale che fino ad ora ha dimostrato scarsa vivacità rispetto alle aziende e ai noleggi. Ad ogni modo è indubbio che stiamo sviluppando numeri importanti, quasi pre-crisi, e che l’Italia è tornata a far sentire il suo grande peso specifico sullo scacchiere automobilistico europeo”.

Quindi, nonostante una diminuzione delle vendite, le prospettive per i prossimi mesi e quelle per la fine del 2017 sono decisamente positive, a conferma che comunque la domanda generale, nel complesso, è aumentata, anche se il fenomeno delle km0 continua a tenere [glossario:banco] influenzando i numeri.