General Motors torna leader mondiale nelle vendite

Con 9,03 milioni di auto vendute nel 2011, General Motors è il primo costruttore al mondo, superando sia VW sia Toyota.

Buick Encore

Altre foto »

General Motors torna a essere l'azienda numero uno al mondo in quanto a vendite di auto. Con 9,03 milioni di vetture immatricolate nel 2011, e una crescita del 7,6% sul 2010, il costruttore americano ha superato sia Volkswagen - che nel ha vendute 8,16 milioni con un incremento del 14% sul 2010 - sia Toyota, che con 7,9 milioni è scivolata al terzo posto perdendo la leadership soprattutto a causa del terremoto in Giappone e del conseguente tsunami, che ha fermato alcuni stabilimenti bloccando la produzione.

Gm, che fu la prima azienda automobilistica al mondo per diversi anni, nel 2008 venne superata da Toyota, prima di sprofondare nel "Chapter 11" (simile all'amministrazione controllata) nel 2009.

Nel considerare i numeri di vendite, in realtà, Gm ha il primato grazie anche alla joint venture cinese Saic-Gm-Wuling, senza la quale la leadership sarebbe di VW.

A spingere i risultati di General Motors è stato il marchio Chevrolet, che da sola ha immatricolato 4,76 milioni di nuove auto nel corso del 2011. Ormai, i clienti al di fuori degli Stati Uniti rappresentano la maggioranza per il brand del Michigan, con boom particolarmente in Cina.

Se vuoi aggiornamenti su GENERAL MOTORS TORNA LEADER MONDIALE NELLE VENDITE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 20 gennaio 2012

Vedi anche

Mercato auto Europa in crescita del 6,5% nel 2016

Mercato auto Europa in crescita del 6,5% nel 2016

Il mercato europeo dell’auto continua la sua crescita, trainata da FCA che continua a salire con una velocità a due cifre.

Hyundai: immatricolazioni da record in Italia

Hyundai: immatricolazioni da record in Italia

La Casa coreana supera nel 2016 per la prima volta le 56mila vetture consegnate.

Gruppo FCA: 1 miliardo di dollari di investimenti in USA

Gruppo FCA: 1 miliardo di dollari di investimenti in USA

Scambio di ringraziamenti tra il Presidente eletto Donald Trump e Sergio Marchionne per gli investimenti del Gruppo FCA negli USA.