Chrysler: nuovi centri Mopar a Shanghai e Dubai

Il Gruppo italo-americano allarga la rete internazionale di distribuzione ricambi con l’apertura di due centri Mopar in Cina e Medio Oriente.

Chrysler: nuovi centri Mopar a Shanghai e Dubai

Tutto su: Chrysler

di Francesco Donnici

22 dicembre 2011

Il Gruppo italo-americano allarga la rete internazionale di distribuzione ricambi con l’apertura di due centri Mopar in Cina e Medio Oriente.

Il Gruppo Fiat-Chrysler ha annunciato l’apertura di due nuovi centri di distribuzione Mopar nelle città di Dubai e Shanghai, seguendo la recente strategia di crescita sviluppata per i mercati internazionali.

Mopar (MotorParts) è la divisione che si occupa della fornitura dei pezzi di ricambio dei modelli prodotti dal Gruppo Chrysler. Nata nel lontano 1920, l’azienda si è sviluppata nel corso degli anni diventando non solo distributore di pezzi di ricambio, ma anche fornitore ufficiale di parti speciali e accessori sportivi dedicati alla personalizzazione dei modelli del Costruttore americano e più recentemente anche delle vetture Fiat vendute in nord America.

L’apertura di questi due nuovi centri Mopar in Medio ed Estremo Oriente è un tassello fondamentale per il supporto alla crescita del Gruppo italo-americano che si sta sviluppando in questi mercati. Secondo Pietro Gorlier, President e Chief Executive Officer di Mopar, la continua crescita dei marchi del Gruppo a livello internazionale deve essere accompagnata da una capillare assistenza offerta ai concessionari e ai distributori dei marchi appartententi all’orbita Fiat-Chrysler.

Il centro di distribuzione in Cina avrà la funzione di gestire al meglio il traffico di operazioni nazionali e regionali sul territorio cinese, in modo da realizzare una solida catena di approvvigionamento, snella ed efficiente, e nello stesso tempo di garantire il miglior livello di assistenza del Gruppo oltre che in Cina, anche nell’area geografica dell’Asia-Pacifico.

L’inedita struttura verrà situata nella prolifica Free Trade Zone del porto di Yangshan a Shanghai, ovvero la piattaforma ideale per fornire l’adeguato supporto commerciale proveniente da questa zona dell’Asia. Il nuovo centro potrà contare su ben 16.000 metri quadrati di spazio dove potranno essre smistati fino a 35.000 pezzi di ricambio e accessori firmati Mopar, destinati in oltre 130 località cinesi, oltre a raggiungere 21 distributori associati dell’area Asia-PAcifico.

Come se non bastasse, questa struttura verrà utilizzata anche come nuovo punto di riferimento per altri centri Mopar come quello della Corea del Sud, del Giappone e dell’Australia, che a loro volta forniscono i concessionari di altre 200 località. Stesso discorso per quanto riguarda il nuovo centro siatuato nella zona di Jebel Ali a Dubai, Emirati Arabi, dove nei 18.000 metri quadrati messi a disposizione per Mopar, verranno stivati oltre 30.000 ricambi destinati ai mercati del Medio Oriente e a quelli dell’Africa.