Tata Pixel al Salone di Ginevra 2011

Tata presenta alla kermesse ginevrina un interessante prototipo di microcar diesel dotato di quattro ruote sterzanti.

Tata Pixel al Salone di Ginevra 2011

di Francesco Donnici

04 marzo 2011

Tata presenta alla kermesse ginevrina un interessante prototipo di microcar diesel dotato di quattro ruote sterzanti.

Pensate alla Tata Nano, l’auto più economica al mondo, e immaginate come potrebbe essere in un prossimo futuro. Probabilmente la vostra immaginazione avrà prodotto qualcosa di simile alla Pixel, prototipo futuristico presentato in questi giorni al Salone di Ginevra (3-13 marzo) dalla Tata.

La concept car proposta dal costruttore indiano si presenta con una simpatica forma ad uovo caratterizzata dalle due grandi portiere ad apertura verticale e dal grande parabrezza che si unisce al tetto panoramico in un unico elemento regalando agli occupanti della vettura grande luminosità. Tra le novità che porta in dote la Pixel, troviamo il sistema delle quattro ruote sterzanti che permettono un raggio di sterzata di soli 2,6 metri, più che sufficiente per togliersi d’impaccio in modo veloce dal traffico cittadino e dai parcheggi molto stretti.[!BANNER]

La Tata del futuro è spinta da un compatto tre cilindri turbodiesel da 1.3 litri posizionato sull’asse posteriore della vettura per non rubare spazio all’abitacolo studiato per ospitare comodamente quattro passeggeri. La vettura vanta numerosi accessori come il sistema stop&start, gli pneumatici a basso attrito e speciali accorgimenti aerodinamici che insieme al peso ridotto della vettura e alle doti del propulsore diesel riesce a far registrare secndo la Casa indiana un consumo medio di soli 3,4 l/100 km ed emissioni inquinanti pari a 89g/km di CO2.