Cancellato il Salone di Londra 2010

Il British International Motor Show 2010 salta. Gli organizzatori: “Il momento è negativo, preferiamo non rischiare”

Cancellato il Salone di Londra 2010

di Francesco Giorgi

20 marzo 2009

Il British International Motor Show 2010 salta. Gli organizzatori: “Il momento è negativo, preferiamo non rischiare”

.

Non ce l’hanno fatta, il momento negativo dei mercati è troppo forte anche per una delle vetrine più importanti per le novità automobilistiche di tutto il mondo.

L’Associazione britannica dei produttori e rivenditori di veicoli a motore (SMMT – Society of Motor Manufacturers and Traders), che organizza il Salone fin dalla sua prima edizione datata 1903, d’accordo con i rappresentanti dell’industria motoristica d’oltremanica, ha deciso di annullare l’edizione 2010 del British International Motor Show.

L’impegno di tutte le parti interessate alla manifestazione, è sempre stato finalizzato al massimo risultato, ma la situazione dei mercati che si sono trovati a fronteggiare è stata tale da portarli a prendere questa decisione.

Non è stato sufficiente nemmeno il prestigio del Salone: il British International Motor Show, ideato nel 1903 al Crystal Palace di Londra, spostato ad Earl’s Court dal 1937 al 1976, “emigrato” a Birmingham nel 1978 e tornato a Londra dopo quasi un trentennio di esilio, nel 2006, e che nel 2008 aveva visto, fra le altre, la presentazione in anteprima per gli appassionati d’oltremanica dell’Alfa MiTo, è la più importante manifestazione fieristica della Gran Bretagna, molto popolare presso il grande pubblico.

“Tuttavia, l’attuale incertezza dei mercati ci ha posti di fronte a questa domanda: quante Case sarebbero presenti nel 2010? Meglio annullare l’evento, piuttosto che rischiare di assistere ad una manifestazione a mezzo servizio”, hanno dichiarato gli organizzatori. Una questione di prestigio, dunque, come era facile intuire.