Anche le Cayenne così sono ecofriendly

Una riduce i consumi con l’ottimizzazione della meccanica. L’altra, elettrica, ha 200 km di autonomia. Sono la CO2ncept -10% e la Stormster

Anche le Cayenne così sono ecofriendly

di Francesco Giorgi

11 dicembre 2009

Una riduce i consumi con l’ottimizzazione della meccanica. L’altra, elettrica, ha 200 km di autonomia. Sono la CO2ncept -10% e la Stormster

Si considerino come due antipasti dell’attesa versione ibrida, in cantiere da un paio d’anni e annunciata nei mesi scorsi per il 2010. Ci riferiamo alla CO2ncept -10%, concept basata sulla SUV di Zuffenhausen e realizzata da Porsche in collaborazione con la Schaefler Group, azienda tedesca che si occupa di realizzazione e fornitura di ricambi. E alla Stormster, studio per una versione elettrica realizzata dal tuner tedesco RUF.

Porsche Cayenne CO2ncept -10%

La particolarità della CO2ncept -10%, che viene esposta in questi giorni al convegno ATZ – MTZ di Esslingen in Germania incentrato sulle ricerche tecnologiche nella riduzione degli attriti nel motore, sta nel fatto che è stata raggiunta una riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2 del 10% (da qui il nome dato al prototipo) solo intervenendo sulla componentistica.[!BANNER]

In particolare, il consumo – non certo da utilitaria – è stato migliorato del 5,8%. Il rendimento del V8 da 4,8 litri è stato ottimizzato attraverso una modifica della distribuzione (la valvole adottano il sistema VarioCam Plus) sostituendo i variatori di fase montati di serie con degli elementi a comando elettromeccanico e, a livello di distribuzione, minimizzando gli attriti.

Anche la trasmissione e l’assetto hanno ricevuto delle modifiche improntate al risparmio di carburante: i cuscinetti a rulli contenuti nei tre differenziali sono stati sostituiti con elementi a sfere a contatto obliquo (e riduzione degli attriti del 35% all’avantreno e del 42% al retrotreno) e le barre antirollio, di tipo idraulico, hanno lasciato il posto a un sistema elettromeccanico. La Cayenne V8 così modificata, secondo i dati forniti dalla Schaefer Group, percorre in media 7 km/l.

Porsche Cayenne Stormster

Meglio, molto meglio, è il risultato in termini di consumi ed emissioni per la Stormster: la Cayenne realizzata dalla RUF è elettrica, dunque l’unico consumo a suo carico può essere quello della corrente.

Il propulsore è stato fornito dalla Siemens ed è abbinato a una batteria al litio prodotta alla Li-Tec. La potenza è di 367 CV (270 kW), raggiunge una velocità massima di 150 km/h, un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 10 secondi e garantisce una autonomia di 200 km per ogni ricarica completa. Si tratta di valori di sicuro interesse, anche considerata la massa del veicolo, che in ordine di marcia pesa 2670 kg. La Stormster viene esposta in questi giorni a Copenhaghen, alla Conferenza Mondiale sul clima.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...