Nissan Leaf: la seconda serie debutterà entro fine 2017

Novità su Nissan Leaf MY 2018: sarà aggiornata nel design e nelle batterie, offrirà più autonomia. Sul mercato all’inizio del prossimo anno.

Nissan Leaf: la seconda serie debutterà entro fine 2017

di Francesco Giorgi

14 marzo 2017

Novità su Nissan Leaf MY 2018: sarà aggiornata nel design e nelle batterie, offrirà più autonomia. Sul mercato all’inizio del prossimo anno.

Entro la fine di quest’anno, Nissan presenterà la seconda generazione di Leaf, una delle auto elettriche più longeve (è in produzione dal 2010).

Un “tweet” annunciato nelle scorse ore dalla pagina Nissan EV – l’account riservato alla mobilità elettrica – fornisce le prime indicazioni sui tempi di presentazione di Nissan Leaf seconda serie, oltre ai primi dettagli sulle metodologie di acquisto. Successivamente all’anteprima (fissata per il prossimo settembre), la seconda generazione di Nissan Leaf sarà sul mercato all’inizio del 2018.

Relativamente all’impostazione estetica, il corpo vettura della nuova Nissan Leaf MY 2018 dovrebbe concretizzarsi in una evoluzione delle attuali linee, con alcuni elementi peculiari del prodotipo Nissan IDS Concept, presentato al Salone di Tokyo 2015 quale prefigurazione dei futuri veicoli elettrici e a guida autonoma.

È possibile ipotizzare che la nuova Leaf MY 2018 si caratterizzerà per la presenza del “floating roof” di Nissan IDS, un nuovo disegno per la fanaleria (anteriore e posteriore) e la griglia anteriore a “V” che identifica la più recente produzione Nissan. Nel complesso, il design esteriore di Nissan Leaf MY 2018 dovrebbe rivelarsi più sportivo rispetto all’attuale serie, che fin dal debutto ha puntato sull’efficienza [glossario:aerodinamica] quale elemento portante della propria impostazione del corpo vettura.

Di particolare rilievo, ai fini dell’incidenza dei nuovi modelli elettrici sul mercato, si rivelerà la dotazione powertrain: la nuova Nissan Leaf (che, è possibile ipotizzare, sarà svelata al prossimo Salone di Francoforte, in programma dal 14 al 24 settembre) verrà equipaggiata con una nuova batteria da 60 kW, come dire una capacità doppia rispetto all’attuale modello. L’obiettivo è di offrire agli acquirenti un’autonomia superiore a 250 km: con i nuovi accumulatori,la capacità di percorrenza potrebbe assicurare 320 km di autonomia, e arrivare ad oltre 400 km nella versione alto di gamma.

Fra le altre novità attese in dote alla seconda generazione di Nissan Leaf, è da segnalare il dispositivo ProPilot: sistema di controllo automatico di sterzo, accelerazione e freni durante gli spostamenti autostradali su unica corsia. Il ProPilot di Nissan Leaf MY 2018, che in Giappone equipaggia Nissan Serena e, in Europa, viene svelato in questi giorni quale nuovo sistema in dotazione alla rinnovata Qashqai presentata al Salone di Ginevra, fa parte del maxi – programma “Nissan Intelligent Mobility” avviato dal marchio giapponese e articolato su tre gruppi di progetto: ricerca verso soluzioni di guida di nuova generazione “Intelligent Driving“, engineering (“Intelligent Power“, rivolto a livelli sempre maggiori di efficienza e sostenibilità), e una più ampia integrazione dei veicoli nelle socità dei prossimi anni attraverso “Intelligent Integration“.

La nuova generazione di Nissan Leaf dovrebbe essere messa in listino ad un prezzo – base oscillante fra 20.000 e 30.000 euro: fra le possibilità di acquisto, potrebbe trovare conferma la formula di noleggio batteria, in modo da rendere più “leggero” l’importo netto da pagare per la vettura.