Fiat prima nella riduzione delle emissioni inquinanti

Il gruppo Fiat è l’azienda italiana più attenta all’ambiente. A dirlo è il CDP Italy 100 Climate Change Report 2013.

Fiat prima nella riduzione delle emissioni inquinanti

di Giuseppe Cutrone

03 dicembre 2013

Il gruppo Fiat è l’azienda italiana più attenta all’ambiente. A dirlo è il CDP Italy 100 Climate Change Report 2013.

Fiat si conferma ancora una volta al primo posto tra le aziende italiane in fatto di responsabilità ambientale. Per il secondo anno consecutivo, infatti, il costruttore torinese è risultato al primo posto del CDP Italy 100 Climate Change Report 2013, il documento messo a punto da CDP e Accenture per tracciare un bilancio delle azioni messe in atto dai grossi gruppi in fatto di riduzione delle emissioni e conseguenti benefici in fatto di cambiamenti climatici

Il Lingotto è stato inserito al primo posto nel “CDP Italy Climate Discosure Leadership Index” (CDLI) e nel “Climate Performance Leadership Index” (CPLI). La casa automobilistica italiana ha ricevuto il punteggio massimo (A) per l’impegno mostrato nel taglio delle emissioni di CO2, mentre ha conseguito un punteggio di 99/100 nella valutazione relativa alla trasparenza nella comunicazione. 

Per il sesto anno consecutivo Fiat è tra i migliori marchi automobilistici europei in fatto di emissioni inquinanti dei propri veicoli, facendo segnare dei progressi anche sul fronte della produzione, con gli stabilimenti del gruppo che hanno visto diminuire di circa 600.000 tonnellate la quantità di anidride carbonica emessa. 

Tali risultati sono frutto dell’impegno di Fiat, che ha coinvolto fino ad oggi oltre sessanta partner commerciali nell’iniziativa CDP Supply Chain, oltre a partecipare dallo scorso anno a tutte le iniziative promosse da CDP, l’organizzazione internazionale no-profit che pubblica ogni anno il CDP Climate Change Report e opera per conto di 722 investitori istituzionali.  

No votes yet.
Please wait...