Eni ed Enel insieme per la mobilità elettrica

Enel ed Eni hanno firmato una lettera d’intenti per la mobilità elettrica tramite l’installazione di punti di ricarica Enel presso le Eni Station.

Eni ed Enel insieme per la mobilità elettrica

di Giuseppe Cutrone

27 marzo 2013

Enel ed Eni hanno firmato una lettera d’intenti per la mobilità elettrica tramite l’installazione di punti di ricarica Enel presso le Eni Station.

Enel ed Eni, due dei più importanti gruppi energetici italiani, uniscono le proprie forze per avviare una collaborazione che riguarda la mobilità elettrica, con l’obiettivo di applicare sinergie dal punto di vista tecnologico e strategico, oltre che da quello puramente commerciale.

I due gruppi, alla presenza di Fulvio Conti, amministratore delegato e direttore generale di Enel, e di Paolo Scaroni, amministratore delegato di Eni, hanno firmato a Roma una lettera d’intenti con cui si impegnano ad avviare un programma sperimentale che ha tra i propri punti l’installazione di colonnine di ricarica Enel presso le stazioni di servizio di Eni.

Entro i prossimi mesi si dovranno definire quali soluzioni adottare per la fornitura del servizio di ricarica ai veicoli elettrici, per poi proseguire con la sperimentazione vera e propria sulle aree che verranno selezionate.

>> Guarda le foto dell’elettrica Renault Zoe

In base a tali premesse, i punti di ricarica Enel troveranno posto presso alcune delle cosiddette “Eni Station“, oltre che in diverse strutture del colosso degli idrocarburi, come la sede direzionale del gruppo, a San Donato Milanese, e quella in cui ci sono gli uffici della divisione Refining & Marketing di via Laurentina, a Roma.

In particolare si punta a diffondere il sistema di ricarica veloce anche al di fuori dei centri abitati più popolosi. Le colonnine di ricarica Enel sono in grado infatti di fornire energia a corrente continua e a corrente alternata, assicurando un rifornimento medio in un periodo di tempo compreso tra 20 e 30 minuti.

Nell’accordo tra Eni ed Enel c’è spazio anche per le energie rinnovabili e per le reti intelligenti, soprattutto sfruttando le potenzialità offerte dalle Eni Station alimentate da pannelli fotovoltaici e altri sistemi di energia pulita.