Auto elettriche: al via una piattaforma di imprese

Per rispettare l’accordo siglato con la Cina, a Imola nascerà una piattaforma di imprese italiane impegnate nella mobilità elettrica.

Auto elettriche: al via una piattaforma di imprese

di Luca Gastaldi

30 maggio 2012

Per rispettare l’accordo siglato con la Cina, a Imola nascerà una piattaforma di imprese italiane impegnate nella mobilità elettrica.

La regione Emilia Romagna ha avanzato una proposta al ministro dell’Ambiente Corrado Clini per realizzare una piattaforma di imprese italiane impegnate nel settore della mobilità elettrica. Questa potrebbe avere il suo centro nevralgico a Imola, com’è stato anticipato nel corso del terzo Osservatorio Deloitte dell’Auto Elettrica che si è tenuto il 29 maggio presso l’auditorium di Assolombardia.

Il ministro dell’Ambiente che, riferendosi all’accordo sull’auto elettrica siglato nel 2010 con la Cina, si è dimostrato favorevole alla nascita della piattaforma proposta dall’Emilia Romagna. “Nonostante la Fiat non sia più della partita – ha dichiarato Clini – con questa piattaforma di imprese riusciremmo comunque a rimanere all’interno del progetto. Il parlamento italiano ha pronto un disegno di legge che ha l’obiettivo di incentivare la mobilità elettrica. Incentivi ce ne sono già – ha aggiunto il Ministro – e negli ultimi cinque anni abbiamo finanziato con 600 milioni di euro molti progetti, anche a livello locale”.

Dopo l’estate, Clini ha in agenda un confronto con i colleghi Profumo e Passera insieme ad imprese e città per mettere a punto un piano operativo per il supporto alla mobilità elettrica in un contesto di trasformazione dei sistemi urbani.