69 Pit Stop personalizza il posto macchina

Dalla Gran Bretagna un curioso cartello ad hoc per “proteggere” il posto auto da occupazioni abusive

69 Pit Stop personalizza il posto macchina

di Lorenzo Stracquadanio

05 febbraio 2010

Dalla Gran Bretagna un curioso cartello ad hoc per “proteggere” il posto auto da occupazioni abusive

A quanti automobilisti possessori di un parcheggio riservato non è mai capitato di vederlo occupato da un’altra vettura? Pochi sicuramente. Allo scopo di ovviare a questo spiacevole inconveniente il sito britannico di e-commerce 69 Pit Stop che realizza accessori per auto, ha ideato degli appositi cartelli personalizzati con l’immagine stilizzata della vettura che si possiede corredata da un’avvertimento dal tono minaccioso.

Oltre alla foto dell’auto – al momento i modelli disponibili comprendono Fiat 500, Mini, supercar come Chevrolet Corvette, Porsche Carrera GT, Nissan 350 Z, Ford GT e altre – sul cartello (grande 42,5 x 29,5 cm) è impressa una poco equivocabile dicitura che ammonisce tutti i non autorizzati a girare alla larga dal posto macchina: “Parcheggio riservato. Tutte le altre auto saranno distrutte”.[!BANNER]

Disponibile solo in lingua inglese – il numero dei modelli però è in continua crescita – il cartello è acquistabile sul sito dell’azienda al costo di 20 euro.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...