BMW M5 ring taxi, incidente in pista

Incidente tra le curve dell’Inferno Verde per la BMW M5 utilizzata come Ring Taxi.

BMW M5 ring taxi, incidente in pista

Tutto su: BMW Serie 5

di Simonluca Pini

07 agosto 2014

Incidente tra le curve dell’Inferno Verde per la BMW M5 utilizzata come Ring Taxi.

Il Nurburgring non perdona. Ne sa qualcosa il pilota al volante della BMW M5 Ring Taxi, ultima vittima del lungo ed impegnativo tracciato tedesco. A due anni dall’incidente al Nurburgring che aveva coinvolto ben otto vetture, il Ring Taxi BMW torna a far notizia a causa di un forte urto alla curva Brunnchen. Se nel precedente incidente l’urto era stato causato da una vettura ferma in mezzo alla pista, questa volta -come mostrato nel video – la responsabilità dell’incidente è al 100% del pilota della potente berlina tedesca.

Secondo i tanti testimoni, il Ring Taxi percorreva a tutta velocità l’Inferno Verde seguito da una Porsche GT2; da Wipperman ad Eschbach la coupé di Stoccarda era a pochi centimetri di distanza dal paraurti della BMW M5 utilizzata per trasportare passeggeri a tutta velocità. Molto probabilmente la pressione causata dalla macchina in coda ha portato all’errore il pilota del Ring Taxi alla Brunnchen 2.  Nonostante lo schianto frontale contro i guardrail nessuno delle tre persone a bordo ha riportato ferite.

Questo video dimostra come Il Nurburgring sia uno dei tracciati più difficili al mondo e quanto sia importante prestare attenzione ad ogni curva. Per evitare cali di concentrazione, tra le 23 curve del Ring è sempre meglio guardare nello specchietto retrovisore e far passare la vettura che segue: meglio subire il “disonore” di essere sorpassati piuttosto che tornare ai box sul carroattrezzi.