La crisi mette a dura prova gli amanti dei motori

C'è chi non si arrende e spende per l'auto, chi pensa solo a risparmiare. La recessione ha cambiato le abitudini: tu che automobilista sei?

Ferrari 458 Italia

Altre foto »

Sei un automoblista frustrato, semplicista, consapevole o appassionato? A rilevare queste quattro grandi categorie è la ricerca Stetoscopio - Il sentire degli assicurati italiani, condotta da MPS Research.

Il tipo «frustrato» è quello su cui ha inciso maggiormente il momento di crisi economica che sta attraversando anche il settore dell'automotive: sono infatti in forte aumento gli automobilisti che vorrebbero spendere per soddisfare i propri desideri ma sono costretti al risparmio, ripiegando su un compromesso tra l'auto dei sogni e quella che rientra nel budget disponibile. Non solo, i frustrati cercano di limitare le spese dove possibile: scelgono i distributori con i carburanti meno cari, riducono la velocità per consumare meno, utilizzano mezzi alternativi. C'è anche il cambio di assicurazione, tra i modi per fare economia, così si prediligono le polizze online, stipulando contratti che garantiscano eventi atmosferici, furto e incendio, cristalli.

Il tipo «semplicista» ha un comportamento da economo simile a quello del frustrato, che è del resto l'atteggiamento verso l'auto che ha sempre avuto. Per sua natura infatti il semplicista, molto spesso una donna, prende la macchina e ne fa la manutenzione solo quando è necessario, compra carburanti in offerta e sceglie la vettura da acquistare in base a fattori economici come prezzo, consumi e costo di bollo e assicurazione. Anche nello stipulare la polizza insegue il risparmio, contraendo spesso solo RCA obbligatoria.

Poche modifiche anche nel tipo «consapevole», che è sempre ancorato a caratteristiche come robustezza e sicurezza, e quindi non è disposto a sacrificare la qualità della vettura. Nella scelta infatti preferisce tagliare optional e potenza, montando un impianto a GPL. L'assicurazione è contratta senza perdere di vista la propria tutela e comprende spesso l'assistenza stradale, la copertura per infortunio al conducente, l'estensione dell'RCA ai figli minori e la tutela legale.

C'è una tipologia che non lascia scalfire dalla crisi i proprio desideri: l'«appassionato». Principalmente uomo, questo automobilista considera la sua vettura un oggetto d'amore e le dedica cure e investimenti. Sceglie l'auto guidato dalla passione, in base a marca, potenza e estetica che possano soddisfare i propri gusti. Gli appassionati preservano con l'assicurazione l'amata vettura da furto e incendio, danni ai cristalli, eventi atmosferici e atti vandalici, spesso con polizze kasco.

Se vuoi aggiornamenti su LA CRISI METTE A DURA PROVA GLI AMANTI DEI MOTORI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Eleonora D'Uffizi | 08 febbraio 2012

Vedi anche

Renault ai Classic Days con 11 monoposto

Renault ai Classic Days con 11 monoposto

La Casa della Losanga porterà ai Classic Days 11 vetture che raccontano la sua avventura in F1

Nissan Leaf e As Roma all’aeroporto di Fiumicino

Nissan Leaf e As Roma all’aeroporto di Fiumicino

Un video vede protagonista la Nissan Leaf e i giocatori dell’As Roma a Fiumicino

Citroen, partnership con le Coq Sportif per celebrare la Type H

Citroen, partnership con le Coq Sportif per celebrare la Type H

La Casa del Double Chevron in collaborazione con Le Coq Sportif ha restaurato uno splendida Citroen Type H per celebrare i 70 anni della vettura.