Italdesign Automobili Speciali: la hypercar per il Salone di Ginevra

Le prime immagini e caratteristiche tecniche della supercoupé da 330 km/h che sarà prodotta in tiratura limitatissima.

Italdesign Automobili Speciali: prime immagini ufficiali

Altre foto »

Per Italdesign, la storia riprende al Salone di Ginevra: la storica azienda di Moncalieri, che nei giorni scorsi aveva lanciato il debutto del marchio "Italdesign Automobili Speciali", svela in queste ore le prime immagini e un dettaglio di anteprima delle caratteristiche di progetto che caratterizzano la supercoupé in procinto di essere presentata all'imminente prima grande rassegna europea 2017 dedicata alle novità automotive.

Si tratta di una hypercar a tiratura limitatissima. Il nome resta "top secret": nei prossimi giorni si saprà se il prototipo verrà corredato da una propria denominazione, oppure se manterrà l'indicazione della nuova realtà "Italdesign Automobili Speciali". Italdesign Automobili Speciali comunica che la vettura sarà prodotta in cinque esemplari: la produzione sarà avviata alla fine di quest'anno.

Le prime anticipazioni della inedita hypercar Italdesign Automobili Speciali erano state "captate" nelle scorse settimane, sotto forma di teaser rilasciati a più riprese.

Lo stile del corpo vettura (le cui dimensioni sono piuttosto "importanti": 4,87 m di lunghezza, 1,97 m di larghezza e 1,2 m di altezza) è firmato da Filippo Perini, responsabile della Divisione Innovation Design e a capo di Italdesign dall'estate 2015.

Concettualmente, la inedita hypercar di Italdesign Automobili Speciali che vedremo al Salone di Ginevra potrebbe essere considerata una sorta di "spin - off" dell'engineering più avanzato, in chiave prestazionale, riguardo all'orbita del Gruppo Vag - Volkswagen Audi, che già detiene Lamborghini quale punta di diamante italiana. Tuttavia, il recente passaggio (avvenuto nell'estate del 2015) di Italdesign dalla guida di Giorgetto Giugiaro alla nuova proprietà Audi - già nel 2010 il pacchetto azionario di maggioranza Italdesign era stato ceduto al Gruppo Volkswagen: un anno e mezzo fa avvenne la cessione al Gruppo di Wolfsburg del restante 9,9% delle azioni detenute da Giugiaro - potrebbero (il condizionale, in questo caso, è quanto mai d'obbligo) far pansare a un affinamento di alcuni dei contenuti tecnologici propri di Lamborghini.

Un esempio su tutti è il progetto della vettura stessa: la hypercar di Italdesign Automobili Speciali prevede l'utilizzo di un telaio modulare in alluminio e fibra di carbonio, mentre la scocca è interamente in fibra di carbonio; questa tecnologia è in sostanza simile a quanto impiegato per Lamborghini Huracan. E si potrebbe andare oltre: l'architettura e la cubatura del motore - un V10 da 5,2 litri, aspirato - farebbero pensare a una diretta derivazione dalle unità che equipaggiano le supercoupé Lamborghini.

E, sempre in tema di unità motrice, sono da segnalare i valori su strada comunicati da Italdesign Automobili Speciali in merito alla motorizzazione che, "ovviamente" in posizione centrale, sarà montata a bordo della inedita hypercar a tiratura ultralimitata: da 0 a 100 km/h in 3"2, per una velocità massima di oltre 330 km/h. Prestazioni "da urlo", che rendono - secondo le indicazioni dei vertici Italdesign - la nuova supercoupé al vertice nello stato dell'arte tecnologico e di stile nella quasi cinquantennale storia Italdesign.

"Abbiamo profuso le nostre migliori competenze per lo sviluppo di questa vettura, con l'impiego di alcuni dei più avanzati metodi di produzione e coinvolgendo i nostri collaboratori più qualificati - osserva Massimo Bovi, numero uno della Divisione Pre-Series Centre - Nello stesso tempo, il progetto ci ha impegnati nella ricerca delle più recenti tecnologie in ambito elettrico ed elettronico. Possiamo dire, per questo, che la concept in procinto di essere esposta al Salone di Ginevra sarà un sunto del know how maturato nella nostra storia".

In concomitanza con il vernissage al Salone di Ginevra, la hypercar di Italdesign Automobili Speciali sarà accompagnata dalla produzione, da parte della maison horlogère ginevrina Roger Dubois, di una serie di otto unità del proprio orologio Excalibur Spider.

Un particolare ghiotto: la nuova hypercar riveste, nelle intenzioni dei "piani alti" della società di Moncalieri, un primo passo verso la realizzazione di "Nuove serie, che saranno sviluppate sempre in quantitativi molto limitati", anticipa Filippo Perini.

 

Se vuoi aggiornamenti su ITALDESIGN AUTOMOBILI SPECIALI: LA HYPERCAR PER IL SALONE DI GINEVRA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 23 febbraio 2017

Vedi anche

Citroen C4 Cactus Unexpected by Gufram

Citroen C4 Cactus Unexpected by Gufram

Un concept del Double Chevron per la Milano Design Week

Salone di Ginevra 2017: la concept elettrica Jaguar I-Pace

Salone di Ginevra 2017: la concept elettrica Jaguar I-Pace

Prefigurazione del nuovo corso eco friendly per il marchio di Coventry, la Suv-crossover I-Pace è attesa al debutto su strada nel 2018.

Aston Martin Valkyrie: la hypercar realizzata con Red Bull

Aston Martin Valkyrie: la hypercar realizzata con Red Bull

Sarà costruita in 150 esemplari adattati alla circolazione stradale da 2,8 milioni di euro l’uno