Mercedes Vision Tokyo Concept: fuel cell e guida autonoma

Al Salone di Tokyo, Mercedes espone una concept monovolume che prefigura la mobilità del futuro: propulsione a idrogeno e "self-drive".

Mercedes Vision Tokyo Concept: immagini ufficiali

Altre foto »

Non sono molte, le anteprime da parte delle Case costruttrici europee che vengono presentate in queste ore al Salone di Tokyo 2015, una delle più importanti rassegne orientali (insieme a Pechino e Shanghai) dedicate all'automotive, in procinto di aprire i battenti ai visitatori. Le novità più ghiotte che arrivano dal Vecchio Continente si contano sulle dita di una mano, e riguardano Bmw M4 Gts, la rinnovata MINI Cabrio e Mercedes. E' proprio quest'ultima ad avvicinarsi di più alle tecnologie di nuovissima generazione che animano l'edizione 2015 del Salone di Tokyo, che quest'anno punta i riflettori sulle alimentazioni fuel cell e sulla guida autonoma. La summa di queste due "voci" si riassume, allo stand della Stella a Tre Punte, nella presentazione del prototipo Vision Tokyo Concept, vettura futuribile sviluppata come esercizio rivolto alla mobilità di domani.

La Mercedes Vision Tokyo Concept può essere a buon diritto considerata, nella propria filosofia progettuale, una erede della concept Mercedes F-105 Luxury in Motion che era stata esposta lo scorso gennaio al CES di Las Vegas. In estrema sintesi: i tecnici di Stoccarda, con la inedita Mercedes Vision Tokyo Concept, vogliono dimostrare come guideremo nel futuro: o meglio, quanto inciderà la componente tecnologica (e quale sarà la propulsione "eco friendly") nella mobilità del futuro.

Il corpo vettura della Mercedes Vision Tokyo Concept appare sobrio e del tutto privo di qualsiasi preziosismo: un monovolume di generose dimensioni (4,8 m di lunghezza, 2,1 m di larghezza, 1,6 m di altezza) nel quale l'identità di marchio viene affidata da una ampia griglia anteriore a trapezio, al centro della quale campeggia la tradizionale Stella a Tre Punte. E' da segnalare un ampio ricorso agli accenti Led: strisce a diodi luminosi a luce blu sono stati collocati ai grandi cerchi da 26", alle modanature laterali sottoporta ("minigonne") nonché all'interno dei paraurti. Come indicazione tecnica riguardo a questa singolare scelta, Mercedes riferisce che i Led vengono attivati nelle condizioni di guida autonoma. Più "tradizionale" appare la tinta carrozzeria, in Alubeam, che ricorda il classico colore Mercedes. Per contro, l'abitacolo della Mercedes Vision Tokyo Concept, al quale si accede attraverso una sola porta, collocata lungo la fiancata sinistra della vettura, riprende i modernissimi atout che stanno alla base del progetto: gli interni del prototipo sono stati studiati per offrire agli occupanti (possono salire a bordo cinque persone) un'atmosfera "da salotto". Volutamente, la Mercedes Vision Tokyo Concept offre al conducente la possibilità di sistemarsi sull'unico sedile anteriore, dotato di un volante "a scomparsa" (il sistema di guida autonoma sfrutta una serie di sofisticati sensori e una telecamera a 360°). La parte destra dell'abitacolo ospita un divano unico. Nella Mercedes Vision Tokyo Concept non ci sono finestrini: i passeggeri possono "distrarsi" attraverso specifici schermi Lcd; l'infotainment e la "rete connessa" con il mondo esterno e con gli altri veicoli viene assicurato da un proiettore di ologrammi e icone virtuali 3D per l'utilizzo delle App e della connessione Web.

L'unità powertrain della Mercedes Vision Tokyo Concept è elettrica; l'alimentazione, indicano i tecnici Mercedes, sfrutta il sistema a celle combustibili di idrogeno (i serbatoi sono in materiali rinforzati con fibre a polimeri Cfrp) e batterie. L'autonomia indicata da Mercedes per la Vision Tokyo Concept è di 980 km.

Se vuoi aggiornamenti su MERCEDES-BENZ inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 28 ottobre 2015

Altro su Mercedes-Benz

Daimler: auto EV e batterie in Cina per aumentare le vendite Mercedes?
Mercato

Daimler: auto EV e batterie in Cina per aumentare le vendite Mercedes?

Una news dal Web riporta che fra i piani a medio termine, da parte di Stoccarda, potrebbe esserci la produzione di auto elettriche in Cina.

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada
Prove su strada

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada

La grande berlina tedesca è migliorata in tutto, con uno stile meno "ingessato" dell’ultima generazione, con tecnologie di livello e un motore diesel vero "cuore" di gamma.

Mercedes-AMG: hypercar ibrida da 1.000 CV
Anteprime

Mercedes-AMG: hypercar ibrida da 1.000 CV

Sfiderà la vettura figlia del progetto tra Red Bull ed Aston Martin