Superbollo 2011: come si calcola

Superbollo 2011, ecco come si calcola, tassa salata per le auto con potenza superiore ai 225 kW.

Superbollo 2011: come si calcola

di Andrea Tomelleri

05 luglio 2011

Superbollo 2011, ecco come si calcola, tassa salata per le auto con potenza superiore ai 225 kW.

Si chiama “superbollo” ed è l’incubo che affligge gli automobilisti dal giorno dell’approvazione della manovra finanziaria 2011. Dopo il grande spavento per la soglia fissata a 170 CV, la maggior parte degli italiani ha potuto tirare un sospiro di sollievo perché il superbollo 2011 colpirà solo le auto con potenza superiore ai 225 kW (circa 300 CV).

Ma, come accade spesso in Italia, il provvedimento cela una discreta complessità applicativa. Al momento il superbollo non si sa come e quando pagarlo: a far chiarezza infatti dovrà essere il Ministero con un decreto attuativo nei 90 giorni successivi alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (che avverrà tra pochi giorni).

Più semplice è invece calcolarne l’importo: tutte le auto con potenza superiore a 225 kW dovranno pagare 10 euro in più per ogni kilowatt oltre tale soglia. Il valore in kW della propria vettura è riportato sul libretto di circolazione oppure – se l’auto è recente – è possibile consultare il listino del nuovo.

Le auto nuove attualmente in vendita che saranno colpite dal superbollo 2011 sono circa 400: si tratta di modelli di fascia alta o medio-alta, tra cui molti Suv di lusso come Bmw X5, Mercedes Classe M e Volkswagen Touareg. A dover sborsare le cifre più alte saranno i proprietari di supercar: la nuova Ferrari FF (485 kW) raggiunge l’addizionale di 2.510 euro mentre la Lamborghini Aventador (522 kW) addirittura di 2.970 euro.

Il superbollo riguarda ovviamente anche le auto in circolazione e le auto usate con potenza superiore a 225 kW: per queste ultime non è difficile prevedere un calo delle quotazioni sul mercato dell’usato nei prossimi mesi.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...