In Cina, Ford richiama 236.000 Focus

La joint venture Changan Ford Mazda Automobile ha reso noto di aver richiamato le Focus a causa di un problema con l’accensione

In Cina, Ford richiama 236.000 Focus

Tutto su: Ford Focus

di Andrea Barbieri Carones

04 giugno 2010

La joint venture Changan Ford Mazda Automobile ha reso noto di aver richiamato le Focus a causa di un problema con l’accensione

Changan Ford Mazda Automobile Co. ha reso noto di aver provveduto a richiamare 236.643 auto Focus circolanti nel mercato cinese per problemi correlati con l’accensione.

Questa misura è la più importante, numericamente parlando, effettuata in Estremo Oriente dal consorzio formato dall’americana Ford che detiene il 35%, dalla giapponese Mazda Motor che ne ha il 15 e dalla cinese Chongqing Changan Automobile che possiede il restante 50%.

I modelli in oggetto sono stati costruiti a partire dal 18 agosto 2008 e sono stati richiamati in seguito ai problemi segnalati da alcuni proprietari che avevano riscontrato un improvviso spegnimento del motore soprattutto quando si procedeva a bassissimi regimi.[!BANNER]

L’azienda ha reso noto tramite un portavoce di aver iniziato a installare un software che sarà in grado di risolvere il problema senza spese aggiuntive per i proprietari.

Grazie alla joint venture, vengono costruite anche la Fiesta e la Mondeo, che vengono poi commercializzate direttamente in Cina. L’accordo fra i costruttori è destinato a modificarsi a partire dal 2012.