Ford Focus: in arrivo Active X Vignale e l’EcoBoost Hybrid

Ampio aggiornamento di gamma per la nuova generazione: allestimento X Vignale per la crossover Active e unità mild hybrid per tutta la gamma.

La lineup Ford Focus si prepara ad un sostanziale ampliamento, che interesserà tanto le linee di allestimento quanto le proposte elettrificate. Nel dettaglio, la nuova generazione della popolarissima “segmento C” dell’Ovale Blu (venduta, nei primi vent’anni di produzione, in oltre 16 milioni di esemplari in tutto il mondo e più di 7 milioni in Europa), evoluta nell’attuale serie che ha richiesto, dai vertici di Dearborn, un monte-investimenti di 600 milioni per la riqualificazione delle linee di montaggio di Saarlouis, si arricchirà, nei prossimi mesi, con l’esordio di una inedita configurazione X Vignale anche per la declinazione-crossover Active; sempre a brevissimo termine, le varianti berlina e station wagon di Ford Focus saranno a loro volta offerte nella altrettanto inedita versione mild hybrid a 48V.

Elegantemente “country”

La configurazione Active X Vignale per Ford Focus è chiamata ad unire, abbinandoli in un unico modello, gli atout di vettura dalle caratteristiche improntate alla ampia versatilità tipiche delle varianti Active di Ford, ed i dettagli “alto di gamma” che contraddistinguono le configurazioni Vignale. In estrema sintesi, Ford Focus Active X Vignale andrà a rappresentare la declinazione “premium” della produzione “crossoverizzante” di segmento C, fascia di mercato “centrale” in Europa per termini di vendite e volta a soddisfare le esigenze di una clientela che cerca una vettura “a ruote alte” tuttavia senza abbandonare la più convenzionale carrozzeria “station wagon”; e, in questo caso, attenta alle dotazioni di livello superiore anche su modelli generalisti. Su un assetto ovviamente rialzato (Active), la imminente novità X Vignale per Ford Focus proporrà, quali elementi di distinzione, un nuovo set di cerchi in lega da 17”, i gruppi ottici Full Led, e – all’interno – rivestimenti in pelle per sedili e volante, un Head-up display ed il Park Assist, dispositivo particolarmente utile per agevolare le manovre di parcheggio. Tipiche della configurazione Active, le due modalità di guida in aggiunta ai programmi “Normal”, “Sport” ed “Eco” che già equipaggiano la lineup “standard” di Focus: “Slippery”, che interviene su ESC e controllo trazione per ottimizzare la motricità del veicolo sulle superfici stradali a bassa aderenza (come fango, neve, ghiaccio); e “Trail”, utile al mantenimento della coppia ottimale sui fondi stradali “soffici” (ad esempio sulla sabbia), agendo nel contempo sul sistema antibloccaggio ed evitando il pattinamento delle ruote motrici. Alcune delle immagini diramate nelle scorse ore da Ford mettono altresì in evidenza l’adozione di una finitura in nero per il tetto ed i gusci degli specchi retrovisori. Per la “wagon” Active X Vignale, il volume di carico utile nel vano bagagli dovrebbe mantenersi invariato, dunque caratterizzato da una capienza decisamente ampia: 608 litri nel normale assetto di marcia, e fino a 1.653 litri a sedili posteriori completamente abbattuti.

Le nuove versioni mild hybrid

Nel 2020, come accennato, la gamma Ford Focus vedrà la presenza di nuove configurazioni a sistema “ibrido leggero” a 48V complementare al ben conosciuto motore Ford EcoBoost. Il modulo di propulsione Ford EcoBoost Hybrid, orientato al recupero dell’energia nelle fasi di decelerazione ed al suo stoccaggio all’interno di una batteria agli ioni di litio da 48V per riutilizzarla per lo spunto all’avviamento, in accelerazione del motore e a supporto dei componenti elettrici di bordo, si aggiungerà in tal modo alle opzioni in listino. L’obiettivo è rivolto ad una sempre maggiore proposta di modelli elettrificati che, entro fine 2020, equipaggerà in totale 14 varianti Ford.

Ford Focus ST: la prova su strada e in pista Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Ford Kuga 2.0 EcoBlue Hybrid: la prova su strada

Altri contenuti