Ford Focus Active: pronta al debutto la nuova declinazione crossover

Dopo Fiesta Active e Ka+ Active, anche Focus assume una immagine che strizza l’occhio al mondo delle “ruote alte”: ecco tutti i dettagli.

Ford arricchisce la propria gamma di modelli dalla declinazione votata al fuoristrada leggero: è la nuova Focus Active, chiamata ad affiancare le recenti proposte “a ruote rialzate” Fiesta Active (qui la nostra prova su strada) e Ka+ Active (qui la nostra anticipazione relativa all’aggiornamento di gamma 2018), con le quali condivide la medesima vocazione improntata ad una ulteriore versatilità di impiego (“voce” peraltro da tempo ai primi posti dei taccuini delle priorità da parte delle principali Case costruttrici, come dimostrano le varianti di sapore “offroad” allestite su modelli maggiormente rivolti ad impieghi su strada asfaltata).

La “crossoverizzazione” operata da Ford per Focus Active si riallaccia a quanto accennato (e viene rimarcata da una comunicazione sui dati di vendita per la famiglia di modelli “Sport Utility” a marchio Ford: “Le vendite di SUV hanno riscontrato, ad ottobre, una crescita del 19% sullo stesso mese dello scorso anno; in Europa, una Ford su cinque appartiene al segmento Sport Utility. Con la lineup ‘Active’, Ford aggiunge nuove opportunità crossover per i clienti”, indica Roelant de Waard, vicepresidente della Divisione Marketing e vendite di Ford Europa): le informazioni tecniche, e le immagini di anteprima rese note in queste ore, mettono in evidenza al corpo vettura una serie di elementi supplementari che ampliano le possibilità di impiego del veicolo.

All’esterno, Ford Focus Active presenta un rialzo dell’assetto (nello specifico: 30 mm all’avantreno, 34 mm al retrotreno, in virtù di un aggiornamento operato ai gruppi sospensione ed a nuove barre stabilizzatrici, che si abbinano all’adozione del sistema di ruote posteriori indipendenti SLA-Short Long Arm), nuove modanature di protezione per la zona inferiore della scocca e per i paraurti (questi ultimi, dal canto loro, rivelano un nuovo disegno), nuove “minigonne” laterali (la cui funzione, oltre che estetica, è anche in questo caso indirizzata a proteggere il sottoscocca), nuovi codolini passaruota in resina plastica “grezza” come le altre nuove appendici, cerchi in lega da 17” o 18” a disegno e finiture specifici per il nuovo modello con pneumatici “spalla alta” (215/55 R 17 o 215/50 R 18), una finitura in nero per griglia anteriore e prese d’aria esterne, barre portatutto longitudinali sul tetto. La tavolozza delle tinte carrozzeria comprende le novità Metropolis White ed Orange Glow; a richiesta sarà possibile ordinare il tetto dal colore a contrasto con il corpo vettura. All’interno, l’abitacolo di Ford Focus Active si caratterizza per un nuovo rivestimento in pelle a volante e pomello della leva cambio, nuovi dettagli “brillanti” intorno alla strumentazione e nei pannelli porta, battitacco “Active” e sedili rivestiti in tessuto “Active” con cuciture blu a contrasto (configurazione analoga per i tappetini). Invariato, rispetto alla nuova generazione di Ford Focus e in questo caso ulteriormente definito in virtù della versatilità proposta dal nuovo allestimento, i 50 mm in più di interasse in rapporto alla precedente serie ed il “pavimento” piatto, elementi che permettono ulteriori possibilità di impiego del veicolo (da segnalare, ad esempio, l’ampia capacità del vano bagagli, che a sedili posteriori totalmente abbattuti arriva a 1.653 litri).

Le dotazioni di bordo per Ford Focus Active comprendono, fra gli altri, il modulo multimediale e di intrattenimento Sync 3, esclusivo di Ford, utile al controllo delle funzioni audio, navigazione e climatizzazione, e la connettività smartphone (compatibile con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto) attraverso lo schermo touch centrale a colori da 8”, a sua volta abbinabile ad un impianto sonoro Bang & Olufsen “alto di gamma”; inoltre, rende noto Ford, “La nuova tecnologia FordPass Connect trasforma Focus Active in un hotspot WiFi mobile, grazie ad un sistema di connessione che permette il collegamento fino a 10 device portatili; in più, una ‘nicchia’ per la ricarica wireless, collocata al di sotto della plancia, consente agli utenti una modalità di ricarica semplice e permette loro di rimanere connessi anche durante le fasi di marcia”; oltre a ciò, l’equipaggiamento, che conferma l’adozione dei sistemi di assistenza alla guida presenti sull’attuale nuova generazione di Ford Focus, propone Adaptive Cruise Control con funzioni Stop&Go, riconoscimento segnaletica stradale e mantenimento corsia, sistema Adaptive Front Lighting System predittivo per orientare il fascio luminoso in curva e verso i segnali stradali, Active Park Assist 2 (arricchito da una funzione di selezione rapporto di marcia, accelerazione e frenatura), Head-up Display ed Evasive Steering Assist, tecnologia di comando proattivo dello sterzo che viene in aiuto del conducente nel caso in cui si debba operare una manovra intorno ad un veicolo che rallenti o si fermi all’improvviso, in maniera da evitare eventuali collisioni.

Sotto il cofano, la lineup delle motorizzazioni proposte per la nuova Ford Focus Active si articola sulla nota lineup di unità Ford EcoBoost a benzina (1.0 tre cilindri da 125 CV; 1.5 quattro cilindri da 150 CV) e Ford EcoBlue turbodiesel (1.5 da 120 CV, 2.0 da 150 CV), tutte abbinate al sistema Start&Stop e, dal punto di vista della trasmissione (fermo restando il mantenimento della trazione anteriore), con cambio manuale a sei rapporti oppure con il nuovo tipo automatico ad otto rapporti. Da segnalare, per l’avvicinamento della gamma Ford Focus al mondo crossover, l’introduzione di due nuove modalità di guida in aggiunta ai programmi “Normal”, “Sport” ed “Eco” che già equipaggiano la lineup “standard” di Focus: le modalità “Slippery”, che interviene su ESC e controllo trazione per ottimizzare la motricità del veicolo sulle superfici stradali a bassa aderenza (come fango, neve, ghiaccio); e “Trail”, utile al mantenimento della coppia ottimale sui fondi stradali “soffici” (ad esempio sulla sabbia), agendo nel contempo sul sistema antibloccaggio ed evitando il pattinamento delle ruote motrici. Ulteriori dettagli di configurazione e prezzi al pubblico verranno resi noti in previsione del suo ingresso nei listini per l’Italia.

Ford Focus Active 2018: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Ford Kuga 2.0 EcoBlue Hybrid: la prova su strada

Altri contenuti