Hyundai: richiami in USA e in Corea del Sud

Nei prossimi giorni partirà una serie di controlli alle chiusure delle porte anteriori. Nel mirino circa 47.000 Sonata

Hyundai: richiami in USA e in Corea del Sud

Tutto su: Hyundai

di Francesco Giorgi

25 febbraio 2010

Nei prossimi giorni partirà una serie di controlli alle chiusure delle porte anteriori. Nel mirino circa 47.000 Sonata

Sono circa 47.000 gli esemplari della Sonata richiamati da Hyundai a partire da inizio marzo in Usa e Corea del Sud. E’ quanto comunicato in questi giorni dai dirigenti del Gruppo coreano, che hanno riscontrato un difetto nella chiusura delle porte della vettura, giunta l’anno scorso alla sua sesta serie.

In particolare, si tratta di un malfunzionamento nelle serrature di sicurezza delle porte anteriori, che si chiudono all’improvviso e potrebbero intrappolare i passeggeri quando si cerca di aprire le porte dall’interno.

Il difetto è stato anticipato da “Alcune lamentele da parte di nostri clienti“, secondo il comunicato redatto dalla stessa Hyundai. Non si hanno, in ogni caso, notizie relative a incidenti occorsi.[!BANNER]

Tuttavia, gli organismi nazionali per la sicurezza sono stati avvisati dalla stessa Hyundai, o lo saranno entro pochi giorni, assicurano i dirigenti dell’azienda. In particolare, si tratta del Governo sud coreano e della US National Highway Traffic Safety Administration (salita, nelle settimane scorse, agli onori delle cronache per la campagna di richiamo senza precedenti che ha interessato la Toyota).