Edward Whitacre confermato a capo di GM

Sarà lui a guidare il rilancio del gruppo per i prossimi due anni. Prevista una riorganizzazione strategica, entro giugno il saldo dei prestiti

Non ci sarà nessun nuovo CEO in casa General Motors. Attraverso una conferenza stampa apositamente convocata a Detroit, il presidente e AD Edward Whitacre Jr. ha annunciato che sarà lui a guidare ancora il gruppo, almeno per i prossimi due o tre anni. Dopo i ripetuti stravolgimenti causati dalla crisi e il rischio di bancarotta, ha vinto la linea della continuità.

Non c'è tempo tuttavia per le celebrazioni, l''ex-boss del colosso telefonico AT&T intende subito recuperare il terreno perduto nell'ultimo biennio, con l'obbiettivo di riportare in GM redditività e stabilità. Tutto prenderà avvio con una generale riorganizzazione, a livello di strategie più che di uomini. C'è da risolvere la questione Saab, ma lo stesso numero uno si è detto fiducioso in una risoluzione positiva della trattativa con Spyker. Entro giugno, poi, il direttivo intende saldare i prestiti ottenuti dopo il crack finanziario da Stati Uniti, Canada e Ontario.

Ma Whitacre intende guardare ancora oltre, verso un ritorno del brand allo status di azienda gestita da un azionariato pubblico. Forse si tratta di un'utopia, ma il solo pensiero lascia intuire la caratura professionale del personaggio.

Se vuoi aggiornamenti su EDWARD WHITACRE CONFERMATO A CAPO DI GM inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Vedi anche

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Una flotta di 20 Toyota Rav4 Hybrid e 5 Lexus (NX ed RX) consegnata a Roma alla presenza di Andrea Carlucci (Toyota Italia) e Giovanni Malagò.

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Oltre 100.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram avrebbero emissioni superiori al consentito. Marchionne: "Non ci spaventiamo, pronti a collaborare".