Fumare in auto: scatta il divieto, multe da 500 euro

Sono in vigore da oggi le norme che vietano il fumo in auto in presenza di bambini e donne incinte. Per i trasgressori sono multe da 500 euro.

Entra in vigore oggi, 2 febbraio, il divieto di fumare in auto per conducente e passeggeri nel caso in cui a bordo vi siano bambini o donne incinte

La novità è parte di una vera e propria offensiva contro il fumo che non riguarda soltanto gli automobilisti, ma introduce anche il divieto di fumare vicino a scuole o ospedali, nuovi avvisi e immagini forti da inserire sui pacchetti delle sigarette, una stretta per la vendita ai minori e multe fino a 300 euro per chi getta i mozziconi per terra. 

Le nuove norme sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale il 18 gennaio scorso e sono il frutto della ricezione della direttiva europea 2014/40/UE. Tra i divieti, quelli che interessano gli automobilisti sono quelli che impediscono di fumare a bordo in qualsiasi condizione, a prescindere dal fatto che il veicolo sia in viaggio o si trovi fermo in sosta. 

I trasgressori sono considerati colpevoli di aver messo a rischio soggetti più deboli ed è per loro prevista una sanzione amministrativa di 500 euro. L'obiettivo è quello di scoraggiare l'uso di sigarette in tutti quegli ambienti in cui il fumo passivo rappresenta una fonte di pericolo per chi si trova nelle vicinanze, salvaguardando così la salute pubblica.

Se vuoi aggiornamenti su FUMARE IN AUTO: SCATTA IL DIVIETO, MULTE DA 500 EURO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 02 febbraio 2016

Vedi anche

Gruppo FCA: per il ministro del Delrio i diesel sono in regola

Gruppo FCA: per il ministro del Delrio i diesel sono in regola

Il Ministro dei Trasporti Delrio, in un audizione alla Camera ha voluto mettere fine alla polemica tra la il Governo tedesco e FCA.

FCA: utile record di 1,8 miliardi nel 2016

FCA: utile record di 1,8 miliardi nel 2016

Tra i marchi Jeep ha avuto un aumento del 9%

Trump ai big three di Detroit: "investire negli Usa"

Trump ai big three di Detroit: "investire negli Usa"

L’eletto presidente repubblicano incontra i vertici Fca, Ford e General Motors: al primo posto la difesa del lavoro negli Stati Uniti.