Autovelox finti: sono davvero utili?

Secondo i sindaci e la Polizia municipale migliorano la sicurezza.

Gli autovelox finti, che potrebbero rimanere ancora per poco privi di strumenti di rilevazione di velocità, da qualche tempo sono stati oggetto di critiche da parte del Ministero competente. In pratica sono stati giudicati "né suscettibili di omologazione, né di approvazione, né di autorizzazione" come si leggeva in una lettera inviata al presidente dell'Anci, Piero Fassino.

Ma i sindaci che hanno installato questi apparecchi, allo scopo di dissuadere gli automobilisti dal piede pesante, hanno riscontrato benefici per la sicurezza ed un apprezzamento favorevole da parte degli utenti della strada. Parere positivo anche da parte della Polizia Municipale che ha avuto a che fare con i finti autovelox, visto che gli incidenti in quei tratti sono diminuiti.

Ma allora, questi dispositivi che luccicano di notte mettendo in guardia chi transita sui tratti incriminati sono da tenere o meno? Addirittura non è escluso che molti comuni possano installare dei veri autovelox in quelle che ad oggi sono solamente delle coperture colorate.

A tal proposito ci sono delle considerazioni da fare: la prima è che i sindaci, sempre più in difficoltà con il bilancio e con le casse comunali sempre più vuote cercano degli introiti che questi strumenti potrebbero assicurare; la seconda è che la Polizia municipale non può certo opporsi alle tendenze di chi si occupa della propria retribuzione. Quindi è da chiedersi se questi pareri favorevoli siano stati dettati da pura filantropia o se ci fosse un secondo fine.

Di strumenti per vessare gli automobilisti ce ne sono fin troppi, e spesso vengono utilizzati anche con stratagemmi come delle piante che ne escludono la vista o con pattuglie nascoste in rientranze o dietro i cespugli, non vedo quindi l'utilità di altri dispositivi che, oltretutto, sono stati definiti pericolosi dal Ministero dei Trasporti.

Il fatto che negli ultimi tempi ci sia stato un aumento delle installazioni da parte dei comuni, la dice lunga sulle intenzione di far diventare i finti autovelox, dei veri rilevatori di velocità. Forse sarebbe ora di fare un'indagine a campione intervistando direttamente gli automobilisti e riportando delle testimonianze dirette per vedere cosa ne pensano.

Se vuoi aggiornamenti su AUTOVELOX FINTI: SONO DAVVERO UTILI? inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 07 aprile 2014

Vedi anche

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Un dossier che conterrebbe valori di NOx alterati pubblicato da Libération. Renault puntualizza: "Mai violato alcuna normativa".

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Dall’Europa all’Asia, all’America: il TomTom Traffic Index passa al setaccio il grado di congestionamento urbano. E si scopre che Palermo…