Vacanze: meglio prevenire che restare…scottati

Presentato a Roma il “Piano per l’Esodo Estivo” alla presenza del Ministro Matteoli e dei Presidenti di ANAS e ACI

Vacanze: meglio prevenire che restare…scottati

di Francesco Giorgi

24 luglio 2009

Presentato a Roma il “Piano per l’Esodo Estivo” alla presenza del Ministro Matteoli e dei Presidenti di ANAS e ACI

.

E’ stato presentato nella Sala Operativa dell’ANAS di Roma e alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli, del Presidente dell’ANAS Pietro Ciucci e del Presidente dell’ACI Enrico Gelpi, il Piano per l’Esodo Estivo 2009, che contiene alcune delle indicazioni da noi anticipate nei giorni scorsi (sospensione della maggior parte dei cantieri in autostrada, elenco dei giorni “a bollino nero” per il traffico, il primo dei quali è previsto per domani, sabato 25 Luglio) e un dettaglio delle misure operative attuate per rendere il traffico verso le vacanze e in occasione dei rientri – un fenomeno che quest’anno coinvolgerà circa 120 milioni di autoveicoli solo sulla rete autostradale.

Confermata la “task force” dei mezzi operativi dell’ACI: “Gli automobilisti potranno contare su 5 mila addetti e 3500 automezzi di intervento – indica Enrico Gelpi, Presidente dell’ACI – che rispondono al numero verde 803116 e che, nel 2008, hanno ricevuto oltre 50 mila chiamate d’emergenza”.

L’ANAS, dal canto suo, ha disposto la rimozione di tutti i cantieri mobili nei giorni di “bollino rosso” e, in ogni caso, nei fine settimana (dalle 12 del venerdì alle 12 del lunedì successivo). Restano aperti alcuni cantieri “inamovibili”, nessuno dei quali definito “ad alta criticità”: in totale, sono 70 sulla rete stradale gestita dall’ANAS.

Quanto al personale sulle strade, per l’ANAS è previsto un impiego complessivo di circa 1200 unità, suddivise fra personale d’esercizio, infomobilità e tecnici per le attività di sorveglianza e pronto intervento, tutti coordinati dalle Strutture Compartimentali; sono 700 gli automezzi a disposizione.

Durante l’incontro sono state indicate le tratte interessate dai maggiori flussi di traffico: la A1 Milano – Napoli, A14 Bologna – Taranto e A3 Napoli – Salerno – Reggio Calabria (in particolare il “nodo” di Lagonegro); il “nodo” bolognese (A14 dall’allacciamento con la A1 e Bologna San Lazzaro) e fiorentino (da Barberino a Firenze Sud) e il tratto della A14 compreso tra Bologna San Lazzaro e Ancona; la direttrice nord della A22 del Brennero.

Per concludere, diamo un’occhiata ai giorni da “bollino nero”, quelli nei quali è prevista la più alta concentrazione di traffico: oltre a questo fine settimana (da domani e fino a lunedì mattina), il 31 luglio e 1 Agosto, dal 6 al 10 Agosto (particolarmente “forte” si prevede la giornata dell’8), il 16 e 17 Agosto e i restanti fine settimana del mese. Per i rientri, il 31 Luglio, dal 21 al 24 Agosto (con “bollino nero” il 22) e dal 28 al 31 Agosto.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...