Estate 2009: guida al maxi esodo

Autostrade per l’Italia ha presentato il suo ‘vademecum’ per le vacanze. Occhio ai percorsi alternativi e al decalogo per la sicurezza

Estate 2009: guida al maxi esodo

di Francesco Giorgi

20 luglio 2009

Autostrade per l’Italia ha presentato il suo ‘vademecum’ per le vacanze. Occhio ai percorsi alternativi e al decalogo per la sicurezza

.

Viaggiare più sicuri in autostrada: è l’obiettivo principale di Autostrade per l’Italia, illustrato nei giorni scorsi alla conferenza stampa che ha presentato la campagna di informazione, assistenza e sicurezza che il gestore attuerà quest’estate, in occasione dei “maxi esodi”, tra la fine di Luglio e la fine di Agosto. Sarà un mese “caldo”, in tutti i sensi, come dimostrato dalle tradizionali previsioni “a bollini” (verde, giallo, rosso e nero) che ogni anno vengono stilate dagli Uffici statistici di Autostrade per l’Italia, e che indicano, come giornate di traffico particolarmente intenso l’1, 8, il 22, 23 e 30 Agosto, con una “appendice prevista per il 6 Settembre.

Per venire incontro alle esigenze degli automobilisti che si metteranno in viaggio verso le vacanze (e che, aggiungiamo noi, hanno il diritto di trovare una rete autostradale all’altezza dei pedaggi), Autostrade per l’Italia ha stilato un documento informativo sui provvedimenti che sta attuando per l’estate 2009.

Le novità di quest’anno

E’ stato istituito un Call Center (raggiungibile con il numero 840.04.21.21 – abbiamo provato a contattarlo: si paga lo scatto alla risposta), con un sistema di “riconoscimento vocale” per la selezione delle notizie. Consultando il sito Internet www.autostrade.it, ottimizzato per la navigazione dai telefoni cellulari, da quest’anno è disponibile la sezione Infoviabilità in lingua inglese e un video che contiene le previsioni del traffico (sempre in inglese e sottotitolato per in non udenti).

Via etere, quest’estate è previsto il raddoppiamento del Tour Ulisse Isoradio – ASPI: per tutta la stagione, nei fine settimana un veicolo dell’azienda, chiamato “Radio Mobile” seguirà i principali flussi di traffico, per dare in tempo reale informazioni ai viaggiatori. Durante il viaggio, poi, è buona norma conoscere in tempo utile le condizioni del traffico lungo le strade e autostrade che si intendono percorrere. Isoradio, la “stazione” a frequenza fissa raggiungibile in FM sui 103.3 Mhz, “copre” il 71,4 per cento della rete di Autostrade per l’Italia, per un totale di 2039 km.

Passando alle aree di servizio, su cinque di queste debuttano gli Hi – Point, strutture multimediali posizionate all’interno degli edifici delle aree di ristoro e dedicati alla libera consultazione (attraverso dei terminali e touch screen) di informazioni sul traffico, previsioni meteo, prezzi dei carburanti, sistemi di sicurezza e dislocazione dei Tutor, le telecamere On line.

Questo servizio, che debutta quest’estate in cinque aree di sosta (Brianza Nord, San Pelagio Est, Santerno Ovest, Fabro Est e Tirreno Est), dopo una prima fase di prova dovrebbe essere esteso ad altre aree di servizio (diventerebbero, secondo le previsioni, 60). Proprio le aree di servizio, da quest’anno, sono oggetto di una campagna di riqualificazione, chiamata Progetto Area Amica: le 47 aree di servizio che aderiscono a questa iniziativa sono caratterizzate da elevati standard in termini di pulizia, sicurezza e convenienza.

I percorsi alternativi

Ottimizzare il flusso dei veicoli vuol dire, se occorre, anche “abbandonare” i tragitti autostradali per scegliere di percorrere alcuni tratti di “strade statali”. A questo scopo, Autostrade per l’Italia ha reso noto un elenco di percorsi alternativi, utilizzabili quando il traffico in autostrada è particolarmente denso.

Per la A7, nel tratto fra Serravalle Scrivia e Genova Ovest, si può scegliere la SS35 dei Giovi; per la A26 fra Ovada e Genova Voltri, il percorso alternativo è la SS456 del Turchino; nella A10, fra Savona e Genova Voltri, consigliata la SS1 Aurelia. Alternativo alla A12 fra Lavagna e Genova Est è il percorso “interno” della SS225 della Val Fontanabuona e SS45 della Val Trebbia. Alla A4 – A9 fra Cormano e Como Sud, si scelga la SS35 dei Giovi. Alla A1, tra l’allacciamento A1 – A15 e Firenze Nord, i percorsi alternativi sono la A15, A12 e A11.

Sempre nella A1, fra Sasso Marconi e Barberino del Mugello, il percorso alternativo è la SS65 della Futa; sempre da Sasso Marconi ma a Firenze Nord, si può scegliere la SS325 della Val di Setta. Alla A1 – A11, fra Sasso Marconi e Pistoia, è alternativa la SS64 Porrettana. Restando sulla A1, fra Barberino del Mugello e Firenze Sud, è possibile optare per la SS551 – SS65.

Spostandosi a sud e restando sulla A1, nel tratto A1 -A16 fra Caianello e Benevento, il tratto alternativo è la SS372 Telesina. Più a nord, la A1 nel tratto fra Modena Nord e Bologna Casalecchio ha, come scelta alternativa, la SS9 Emilia, mentre fra Modena Sud e Bologna Casalecchio c’è la SP623 del Passo Brasa. Nella A14, fra Bologna Borgo Panigale e Bologna San Lazzaro, si può optare per la Tangenziale del capoluogo felsineo, mentre alla A14 fra Bologna San Lazzaro e Rimoni Nord si preferisca la SS9 Emilia. Alla A14, sempre da Bologna San Lazzaro ma fino a Ravenna, è alternativa la SS253 San Vitale.

Nella A1, fra Magliano Sabina e il Grande Raccordo Anulare in direzione SS Flaminia, in caso di traffico intenso si può percorrere la stessa SS3 Flaminia. Restando sulla A1, fra Orte e il Grande Raccordo Anulare – Cassia Bis, il percorso alternativo è la SS204 Ortana – SS 2 Cassia, mentre alla A1 dalla diramazione Roma Sud ad Anagni – Frosinone si può scegliere la SS6 Casilina.

All’estremo nord est, il tratto alternativo alla A23 fra Udine e Tarvisio Sud è la SS13 Pontebbana.

La situazione sui cantieri

Per rendere più fluido il traffico, sono stati sospesi gran parte dei cantieri in corso al momento del “via” alla campagna estiva. Su 140, da oggi e fino all’8 Settembre ne resteranno aperti solo 9: alla riqualifica degli spartitraffico nella Bretella di Santhià, alla A24 fra Vicovaro e Carsoli, alla A16 fra Candela e Cerignola e alla A14 fra Bari Nord e Acquaviva delle Fonti, alla Galleria Monte Galletto di Genova – Bolzaneto in prossimità dell’allacciamento A7 – A12, ai lavori per la terza corsia sulla A1 nel tratto Bologna Casalecchio – Sasso Marconi, tra Firenze Nord e Firenze Sud, nella A14 tra Ancona Sud e Fermo e nel tratto San Giorgio a Cremano – Torre Annunziata della A3.

Il Decalogo per la Sicurezza

Resta sempre valido, ed è un dovere seguirlo, il “decalogo per le vacanze”, utile a tutti: per gli automobilisti che si metteranno in viaggio per il “maxi esodo” e per quelli che preferiscono trascorrere le loro vacanze in maniera più “tranquilla”, raggiungendo le località preferite solo nei fine settimana o in “mini esodi” di un giorno o due.

Ecco le 10 regole da rispettare sempre in autostrada:
1) pianificare le partenze tenendo conto delle previsioni di traffico;
2) controllare adeguatamente il mezzo prima del viaggio;
3) allacciare le cinture di sicurezza;
4) rispettare i limiti di velocità e le distanze di sicurezza;
5) viaggiare riposati;
6) “zero alcool” prima e durante il viaggio;
7) in caso di incidente chiamare subito i soccorsi;
8) viaggiare informati;
9) fermarsi in corsia di emergenza o piazzola di sosta solo in caso di guasto o malore;
10) occupare sempre la corsia libera più a destra.