Mercedes: confermato il nuovo pick-up

L’inedito pick-up di medie dimensioni firmato dalla Casa tedesca verrà realizzato grazie alla partnership con l’Alleanza Renault-Nissan.

Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, arriva la conferma ufficiale da parte di Mercedes relativa alla nascita di un inedito pick-up di medie dimensioni realizzato in collaborazione con l'Alleanza Renault-Nissan. Il progetto avviato dai due Costruttori segna un nuovo ed importante tassello di una partenership particolarmente strategica nata ormai ben cinque anni fa. 

Il nuovo pick-up targato Mercedes sarà realizzato sfruttando l'architettura del Nissan NP300, mentre l'ingegnerizzazione del veicolo verrà messa a punto dal Costruttore teutonico per rispondere alle specifiche esigenze dei clienti Mercedes, sia per quanto riguarda le finiture che la dotazione di accessori. Il pick-up della Casa della stella a tre punte potrà contare su una doppia cabina e sarà rivolto a clienti privati ed aziende di Europa, Australia, Sudafrica ed America Latina. Non è stata specificata un'eventuale distribuzione sul mercato nord americano.

"Mercedes-Benz sta vivendo una crescita senza eguali a livello globale", ha commentato Dieter Zetsche, Presidente di Daimler e Responsabile Mercedes-Benz Cars che ha aggiunto: "Cavalcare il successo del segmento dei pick-up medi è fondamentale per proseguire in questo ambizioso cammino e, grazie alla solida partnership con l'Alleanza Renault-Nissan, contiamo di ridurre i tempi ed i costi richiesti per riuscire nell'impresa".

Il nuovo pick-up di una tonnellata firmato Mercedes verrà assemblato da Nissan nell'impianto Renault di Cordoba in Argentina, insieme al Nissan NP300 ed al nuovo pick-up  Renault destinato all'America Latina. I tre veicoli saranno prodotti anche nello stabilimento di Barcellona, in Spagna, e saranno destinati agli altri mercati prefissati (ad eccezione del Nord America). La produzione in entrambi gli impianti di produzione partirà entro il 2020. Lo stabilimento di Barcellona realizzerà  circa 120.000 veicoli all'anno per tutte e tre le Case automobilistiche, mentre nella fabbrica di Cordoba verranno assemblate circa 70.000 ogni anno.

Ovviamente, anche  l'Alleanza Renault-Nissan trarrà numerosi vantaggi da questa proficua collaborazione: "La collaborazione di Daimler consentirà all'Alleanza non solo di ripartire i costi d'investimento che gravano su Cordoba, ma anche di esplorare nuovi mercati nella regione dell'America Latina", ha dichiarato Carlos Ghosn, Presidente e CEO di Renault-Nissan. "Inoltre, il progetto consentirà di ottimizzare la capacità produttiva a Barcellona e renderci ancora più competitivi nel segmento."

 

 

Se vuoi aggiornamenti su MERCEDES-BENZ inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 08 aprile 2015

Altro su Mercedes-Benz

Mercedes SL 65 Amg by Vath: roadster da 700 CV
Tuning

Mercedes SL 65 Amg by Vath: roadster da 700 CV

Oltre il 10% di "cavalleria" in più (e 325 km/h) sprigionati dal poderoso V12 biturbo per la SL 65 Amg "riveduta e corretta" dal tuner bavarese.

Daimler: auto EV e batterie in Cina per aumentare le vendite Mercedes?
Mercato

Daimler: auto EV e batterie in Cina per aumentare le vendite Mercedes?

Una news dal Web riporta che fra i piani a medio termine, da parte di Stoccarda, potrebbe esserci la produzione di auto elettriche in Cina.

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada
Prove su strada

Mercedes-Benz Classe E 220d Auto AMG Line: la prova su strada

La grande berlina tedesca è migliorata in tutto, con uno stile meno "ingessato" dell’ultima generazione, con tecnologie di livello e un motore diesel vero "cuore" di gamma.