Volvo: a New York le nuove S60 e XC60 R-Design

Se a Shanghai Volvo ha presentato il concept Universe, al Salone di New York debutta la gamma R-Design per S60 e XC60.

Volvo: a New York le nuove S60 e XC60 R-Design

di Francesco Giorgi

20 aprile 2011

Se a Shanghai Volvo ha presentato il concept Universe, al Salone di New York debutta la gamma R-Design per S60 e XC60.

Al Salone di New York, che in questi giorni si apre ai visitatori quasi in contemporanea con il Salone di Shanghai, Volvo presenta le versioni 2012 della berlina sportiva S60 e del crossover XC60, entrambe sviluppate secondo la recente formula R-Design che si dimostra apprezzata in Germania, Gran Bretagna e oltreoceano: motori ad elevate prestazioni abbinati a un telaio in grado di supportare in maniera efficace le caratteristiche più marcatamente sportive evidenziate dal pacchetto R-Design; a livello estetico, cerchi in lega (da 18″) di nuovo disegno; terminali di scarico sdoppiati e cromati, un nuovo assetto più sportivo e, all’interno, un tocco racing per il volante, la pedaliera e il pomello del cambio.

Questi i prezzi comunicati per gli USA, a partire dalla fine della prossima estate, quando cioè entrambi i modelli debutteranno nei listini della Casa: 42275 dollari per la S60 R-Design (equivalenti a 29 mila euro) e 43150 dollari per la XC60 R-Design (30 mila euro).

Il motore scelto per la presentazione è il Volvo T6 turbocompresso, a sei cilindri in linea, che ora eroga 325 CV e 354 Nm di coppia (disponibile già a 3000 giri/min), abbinato al cambio automatico Geartronic a sei rapporti.

Le altre novità tecniche riguardano il telaio. In configurazione R-Design, infatti, viene equipaggiato da una classica barra duomi per l’avantreno: un metodo semplice ed efficace per irrigidire la struttura del corpo vettura e migliorare la risposta dello sterzo. Il retrotreno viene equipaggiato con ammortizzatori monotubo, che a differenza del sistema di ammortizzatori a doppio tubo (ad esempio quelli montati a bordo della S60 T6) garantisce compressione ed estensione attraverso la stessa valvola. Sempre a proposito di assetto, le molle anteriori e posteriori sono state ribassate di 15 mm, e irrigidite del 15% rispetto ai valori della S60 T6, con attacchi e braccetti anch’essi irrigiditi.

La dotazione presenta il Corner Traction Control (ulteriore affinamento del Controllo di stabilità e trazione), che in curva rallenta la ruota più interna e imprime più coppia alla ruota esterna, per limitare la tendenza al sottosterzo; l’Advanced Stability Control (“avverte” in anticipo qualsiasi tendenza allo scivolamento della vettura) e l’Engine Drag Control, che aiuta a mantenere l’adereza alle ruote in caso di marcia su terreno sdrucciolevole.

Sul fronte sicurezza, l’equipaggiamento comprende il dispositivo Full Auto Brake con rilevamento pedoni (formato da un’unità radar integrata nella griglia anteriore collegata a una fotocamera situata di fronte allo specchio retrovisore interno e un’unità di controllo centrale), per “vedere” ostacoli e valutarne in tempo reale la distanza e, fino a 22 km/h, consente di evitare pedoni, mentre a velocità più elevate aiuta a limitare la gravità dell’impatto.