Ford Mustang GT Performance Pack Level 2: pensata per la guida

La sportiva dell’Ovale Blu diventa più performante con un’aerodinamica più spinta ed un assetto più rigido.

Ford Mustang GT Performance Pack Level 2: pensata per la guida

Tutto su: Ford Mustang

di Valerio Verdone

24 ottobre 2017

La Ford Mustang è stata oggetto di un restyling che l’ha resa ancora più affilata, ma come spesso avviene, anche una sportiva presenta delle varianti per incrementare le performance. E così ecco che arriva il Pack Level 2 per la GT con il motore V8.

Infatti, se i dischi maggiorati, il differenziale meccanico Torsen ed i rinforzi del sottoscocca del Pack Level 1 non dovessero bastare, con il Level 2 ulteriori modifiche conferiscono ancora più verve alla muscle car americana.

Si tratta di una assetto sostanzialmente più adatto alla guida in pista grazie a delle barre antirollio irrigidite del 12% e del 60%, rispettivamente all’anteriore ed al posteriore, e a delle molle con una rigidezza incrementata del 20% all’anteriore e del 13% al posteriore.

Tutti questi cambiamenti siamo certi che daranno dei benefici nei track-day con il cronometro alla mano, ma i miglioramenti prestazionali verranno forniti anche dall’aerodinamica dedicata con un nuovo spoiler posteriore ed uno splitter anteriore capace di esercitare 11 kg di deportanza a 130 km/h.

Non mancano dei cerchi da 19 pollici a 10 razze, che si sposano alla perfezione con un assetto più basso di 13 mm e con le coperture Michelin Pilot Sport Cup della misura 305/30. L’interno invece può fregiarsi dei sedili Recaro in pelle e tessuto.

Insomma, un’auto che vuole esprimere al massimo il concetto di muscle car e che consente di sfruttare le caratteristiche della Mustang anche in pista per sfidare senza timori reverenziali le sportive europee. Vedremo se questo pacchetto arriverà anche nel Vecchio Continente e con quali costi, visto che il rapporto prezzo/prestazioni è stato da sempre uno dei punti di forza di questo modello anche in Europa.