Bmw X7: confermata la produzione negli USA

Dopo aver abbandonato il progetto, la Bmw è tornata sui propri passi e ha annunciato oggi la produzione negli USA del SUV X7.

Bmw X7: confermata la produzione negli USA

Tutto su: BMW

di Giuseppe Cutrone

31 marzo 2014

Dopo aver abbandonato il progetto, la Bmw è tornata sui propri passi e ha annunciato oggi la produzione negli USA del SUV X7.

Il mercato dei SUV si arricchirà prossimamente di un nuovo modello a marchio Bmw. La casa tedesca ha confermato infatti ufficialmente la produzione della Bmw X7, un veicolo a [glossario:baricentro] alto di grosse dimensioni il cui arrivo sulle strade era stato bloccato dai vertici del gruppo a causa dell’allora incombente crisi del settore. 

Adesso, con la situazione economica del Nord America in miglioramento e un comparto auto in netta ripresa, la nuova Bmw X7 è pronta per arrivare sul mercato locale, dove si registra un aumento della domanda di questo genere di veicoli, tanto da convincere Bmw a tornare sui propri passi e puntare su questo modello, peraltro pensato espressamente per soddisfare i gusti degli automobilisti americani. 

La produzione del SUV avverrà presso lo stabilimento di Spartanburg, nel South Carolina, che per l’occasione riceverà un sostanzioso aggiornamento. Bmw ha annunciato infatti l’intenzione di investire un miliardo di dollari entro il 2016, così da ampliare la struttura, aumentare il numero di dipendenti fino a 8.800 unità e portare la capacità produttiva dai 300.000 veicoli all’anno attuali a quota 450.000. 

La Bmw X7 condividerà la piattaforma con le nuove generazioni della Serie 5 e della Serie 7 e andrà a posizionarsi al vertice dell’offerta di SUV del costruttore bavarese. Il debutto sul mercato, che sarà successivo a quello dell’annunciata Bmw X4, è indicato orientativamente tra il 2017 e il 2018.