MotoGP, Misano 2018: un weekend da record per Michelin

Durante il weekend della MotoGP sul circuito di Misano Adriatico, grazie al fornitore unico di pneumatici, Michelin, sono stati realizzati dei nuovi record sul tracciato, sia in qualifica che in gara.

MotoGP, Misano 2018: un weekend da record per Michelin

di Tommaso Giacomelli

10 settembre 2018

Il weekend della MotoGP di Misano Adriatico, sul circuito dedicato a Marco Simoncelli, ha visto protagoniste più che mai le gomme Michelin. Su questa pista molto tecnica e veloce di 4,226 chilometri, composta da 10 curve a destra e 6 a sinistra, sono stati stabiliti dei nuovi record, sia in qualifica che in gara. Al sabato, lo straordinario giro di Jorge Lorenzo su Ducati compiuto con mescola da qualifica, è stato fondamentale per compiere una pole position in 1’31.629, sufficiente per battere il precedente primato di 1’32.146, compiuto dallo stesso pilota di Maiorca nel 2015, allora in sella alla Yamaha.

Per questo appuntamento del calendario, il Gran Premio di San Marino, Michelin ha portato tre diverse mescole per i pneumatici anteriori (soft, medium, hard) e tre per il posteriore (soft, medium, hard). Come sempre i piloti hanno optato per soluzioni diverse l’una dall’altra, a seconda del feeling costruito durante le sessioni di prove. Il vincitore della gara, Andrea Dovizioso, ha optato per una Medium sia all’anteriore che al posteriore. Il padrone di casa è riuscito con questo gomme a vincere una splendida corsa, stabilendo anche il nuovo giro veloce della pista in gara con un tempo di 1’32.678. 

Gli altri due piloti che sono terminati sul podio del GP di San Marino e della Riviera di Rimini sono stati Marc Marquez e Cal Crutchlow. Il pilota spagnolo ha effettuato una scelta diversa rispetto a quella di Dovizioso, montando una Hard all’anteriore e una Medium al posteriore. L’inglese della Honda ha preferito seguire la linea di Marquez, con una Hard all’anteriore e una Medium al posteriore.

Piero Taramasso, Responsabile due ruote della Michelin Motorsport, ha dichiarato al termine della sfida di Misano: “Questo è stato un fine settimana molto buono per la Michelin, tutte le sessioni hanno visto dei tempi molto veloci. E’ stato particolarmente piacevole nella terza sessione di prove libere del sabato mattina vedere tempi sul giro impressionanti, dato che ci sono stati tratti inumiditi in pista, questo dimostra la presa e la sicurezza che i nostri pneumatici offrono, tanto da permettere ai piloti di spingere in condizioni imperfette. Tutte e sei le mescole sono di nuovo presenti in gara e questo è un fattore importante, poiché ribadisce ancora una volta la nostra filosofia di progettazione di pneumatici che tutti possono utilizzare. Impostare nuovi record sul giro in gara, e anche per il giro più veloce del tracciato, è un risultato molto soddisfacente e la durata delle gomme è stata evidente, visto che i piloti hanno registrato tempi sul giro costanti per tutto il tempo della corsa. Nel complesso è stato un weekend entusiasmante per le gomme Michelin”.