MotoGP Silverstone 2018: annullato l’appuntamento inglese

Tommaso Giacomelli
27 Agosto 2018
MotoGP Silverstone

La MotoGP non ha corso sulla pista di Silverstone date le condizioni impraticabili dell’asfalto della pista, dopo la pioggia che ha colpito il tracciato. Poca sicurezza per i piloti, decisione accolta senza rammarico.

E’ stato un weekend travagliato quello che ha contraddistinto la sfida di Silverstone della MotoGP, tanto che la gara è stata annullata nonostante i tanti tifosi che erano accorsi sulle tribune e sugli spalti dell’autodromo britannico. E’ stato un fallimento sotto ogni punto di vista, perché essere arrivati all’estrema ratio dell’annullamento della corsa è stata una decisione sofferta, senza dubbio corretta, ma che ha delle responsabilità da parte di chi gestisce la pista, appena restaurata ma inidonea a disputare una gara sotto la pioggia. Il sabato, dopo la Pole Position conquistata da Jorge Lorenzo, la Dorna insieme a tutti gli altri responsabili aveva deciso di anticipare l’orario della MotoGP domenicale alle 12:30, per scongiurare il pericolo della pioggia che si sarebbe abbattuta nel pomeriggio su Silverstone. Infatti dopo le Free Practice bagnate, era stato evidenziato come il nuovo asfalto del tracciato fosse inadeguato per disputare una corsa in queste condizioni, in quanto incapace di drenare via l’acqua in eccesso. Questo ha alzato fortemente il rischio per i piloti, tanto che Tito Rabat è caduto e si è infortunato gravemente.

La domenica però le previsioni si sono rivelate errate e la pioggia è caduta copiosa già dalle 12:00. Dopo il warm up disputato su pista bagnata, le condizioni dell’asfalto sono apparse subito critiche e quando i piloti della top class sono andati a schierarsi sulla griglia di partenza, hanno rilevato che in pista c’era troppa acqua perché si potesse svolgere una gara in sicurezza. Loris Capirossi, attuale responsabile della sicurezza, è sceso in pista con la Safety Car, e dopo di che ha sentito le opinioni di tutti. La prima soluzione intrapresa è stata quella di ritardare la partenza del Gran Premio, in attesa di un miglioramento delle condizioni. Si è arrivati fino alle 17:00, orario oltre il quale era impossibile correre, anche perché la pioggia ha continuato a battere sulla pista. La Direzione Gara quindi si è trovata costretta ad annullare il dodicesimo appuntamento stagionale per tutte le tre classi del Motomondiale (MotoGP, Moto2 e Moto3). I piloti hanno commentato (quasi) all’unanimità che la decisione è stata giusta perché impossibile correre in quelle condizioni.

Seguici anche sui canali social

Annunci Usato

  • nissan-qashqai-1-5-dci-n-connecta-67
    21.900 €
    NISSAN Qashqai 1.5 dCi N-Connecta
    Diesel
    65.000 km
    09/2018
  • fiat-freemont-2-0-mjt-170cv-4x4-lounge-auto-navi-7posti-cruise
    12.700 €
    FIAT Freemont 2.0 Mjt 170cv 4x4 Lounge auto Navi 7posti Cruise
    Diesel
    140.000 km
    08/2013
  • maserati-ghibli-v6-diesel-11
    36.000 €
    MASERATI Ghibli V6 Diesel
    Diesel
    143.192 km
    12/2015
  • jeep-renegade-2-0-mjt-140cv-4wd-active-drive-limited-57
    23.500 €
    JEEP Renegade 2.0 Mjt 140CV 4WD Active Drive Limited
    Diesel
    76.760 km
    07/2018
  • porsche-cayenne-coupe-2-9-v6-s
    116.000 €
    PORSCHE Cayenne Coupé 2.9 V6 S
    Benzina
    94.485 km
    08/2020
  • land-rover-range-rover-evoque-2-0d-i4-180-cv-awd-auto-se
    52.000 €
    LAND ROVER Range Rover Evoque 2.0D I4 180 CV AWD Auto SE
    Elettrica/Diesel
    39.850 km
    02/2019
  • fiat-500-1-2-lounge-462
    5.300 €
    FIAT 500 1.2 Lounge
    Benzina
    149.000 km
    06/2008
  • lancia-ypsilon-1-3-mjt-90-cv-momodesign-3
    4.299 €
    LANCIA Ypsilon 1.3 MJT 90 CV MomoDesign
    Diesel
    150.000 km
    10/2009
  • fiat-panda-0-9-twinair-turbo-natural-power-lounge-47
    5.999 €
    FIAT Panda 0.9 TwinAir Turbo Natural Power Lounge
    Benzina/Metano
    148.000 km
    10/2013

Ti potrebbe interessare anche

page-background