Sciopero benzinai: 15 giorni dall’8 novembre

Le associazioni dei benzinai hanno proclamato 15 giorni di sciopero per protestare contro la politica del Governo. Si parte l’8, 9 e 10 novembre.

Le associazioni dei benzinai hanno proclamato 15 giorni di sciopero per protestare contro la politica del Governo. Si parte l’8, 9 e 10 novembre.

Si annunciano grossi disagi per gli automobilisti nei prossimi mesi. Infatti, dopo le accuse al Governo delle scorse settimane, le associazioni dei benzinai Faib Confesercenti e Fegica Cisl hanno inviato una nota direttamente al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nella quale si annunciano 15 giorni di sciopero a partire da inizio novembre.

I primi tre giorni si attueranno nella prima settimana del mese, precisamente l’8, il 9 e il 10 novembre e saranno i primi di un pacchetto che minaccia di tenere chiuse le stazioni di rifornimento per due settimane complessivamente. Ad aderire saranno tutti i distributori, sia quelli sulla viabilità ordinaria che quelli in servizio sulla rete autostradale.

I gestori contestato al Governo la mancata attuazione di quanto promesso negli impegni presi gli scorsi anni, con particolare attenzione, specifica la nota diffusa dai rappresentati della categoria, alla “mancata liberalizzazione del settore che impedisce letteralmente alle piccole imprese di gestione di competere sul libero mercato”.

Sotto accusa, inoltre, c’è anche la decisione di azzerare l’abbattimento forfettario, con il risultato che a rischiare sono 25.000 piccole imprese e140.000 posti di lavoro.

Altri contenuti
Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti
News

Pneumatici invernali, torna l’obbligo: Assogomma chiede incentivi per i prodotti più performanti

La sicurezza è fuori discussione, e mentre l’Italia entra nella “stagione invernale” (che, per gli pneumatici, resterà in vigore fino al 15 aprile), Fabio Bertolotti osserva che i prezzi sono in continuo aumento ed è necessario, ai fini della sicurezza, un intervento del Governo per incentivare l’acquisto di gomme di classe A e B per resistenza al rotolamento e aderenza sul bagnato.