WRC Australia 2018: Toyota è campione del mondo

Con l’appuntamento dell’Australia si è concluso il WRC 2018. Il titolo costruttori viene assegnato alla Toyota, che torna alla vittoria dopo 19 anni.

WRC Australia 2018: Toyota è campione del mondo

di Tommaso Giacomelli

19 Novembre 2018

In un finale di mondiale incerto e combattuto fino alla fine, il titolo costrutto del WRC 2018 finisce nelle mani della Toyota Gazoo Racing. Nell’ultima sfida dell’anno, quella in Australia, arriva la vittoria per Jari-Matti Latvala (il primo successo personale della stagione) che insieme al quarto posto di Esappeka Lappi consentono alla squadra corse del Sol Levante di festeggiare il titolo costruttori. Lo scorso anno Toyota era tornata a calcare le strade del WRC con la nuova Yaris WRC, affacciatasi nel 2017 come cenerentola adesso è divenuta una vera e solida realtà, una vettura capace di riportare il titolo alla Toyota dopo 19 anni. Si tratta del quarto titolo costruttori per il colosso giapponese.

Toyota si è giocata anche il mondiale piloti fino all’Australia con il pilota estone Ott Tänak, il quale è stato in testa a questo rally fino alla penultima PS. I tratti fangosi e scivolosi della domenica hanno messo in difficoltà più piloti, ed è in questo momento che Tänak che è stato costretto al ritiro dopo aver colpito un albero. La leadership è stata quindi presa da Latvala autore di tre tappe vincenti l’ultimo giorno, che gli sono valse il primo posto con 32,5 secondi di vantaggio: la quinta vittoria del Team Gazoo Racing in questo magico 2018. Nella classifica piloti Tänak, Latvala e Lappi hanno chiuso rispettivamente al terzo, quarto e quinto posto.

Akio Toyoda (Team Chairman) ha rilasciato queste parole al termine della stagione: “Congratulazioni a Jari-Matti e Miikka per la vittoria del Rally in Australia! Vederli sul gradino più alto del podio all’ultima tappa è stato emozionante, dopo quella che a volte è stata una stagione difficile. Ed è grazie a questa vittoria, che abbiamo potuto vincere il mondiale costruttori. Mi sento molto grato, in qualità di presidente della squadra, di ottenere un risultato così importante al secondo anno, dopo essere tornati al WRC dopo 18 anni. Sono così grato a Tommi Makinen, che ha continuato a rafforzare la Yaris WRC per vincere questo titolo, tutti i membri del team che hanno supportato Tommi, e i sei piloti e copiloti che hanno guidato la Yaris verso il nostro obiettivo. Grazie mille e grandi congratulazioni! Sono grato di poter condividere questa vittoria con i tifosi che hanno continuato a tifare per noi, e anche i nostri partner che hanno combattuto con noi come un’unica squadra. Grazie a tutti per il vostro supporto“.

Tommi Mäkinen (Team Principal): “Abbiamo vissuto delle emozioni incredibili oggi. Questo è stato il round finale più duro di una stagione che io possa ricordare. Il ritiro di Ott così vicino alla fine è stata una grande delusione, ma Jari-Matti poteva ancora vincere. Anche Esapekka ci ha aiutato a segnare i punti di cui avevamo bisogno. Abbiamo iniziato questo progetto tre anni e mezzo fa e siamo rafforzati molto più velocemente di quanto immaginassimo. L’anno scorso eravamo qui per imparare e raccogliere dati. Nella seconda metà di questa stagione siamo stati in grado di trovare molti miglioramenti con l’auto. Questo è il risultato dell’enorme sforzo di tutti i membri del team, e sono certo che questo successo ci motiverà ulteriormente per continuare a migliorare nel 2019”.

Tutto su: Toyota