David Brown: a Ginevra con la Speedback Silverstone Edition

Una “serie speciale” sulla serie limitata: con questa filosofia, la factory di Coventry svelerà a Ginevra 2018 la Speedback Silverstone, coupé di altissima gamma dalle linee rétro allestita sulla base della Speedback GT.

La “Grand Tourer” (così viene definita dal suo ideatore e costruttore) dalla definita identità volutamente rétro si aggiorna facendo leva su nuove peculiarità, destinate – così esprimono le notizie di anteprima – ad accrescere la grande carica di personalità della esclusiva coupé di oltremanica. È Speedback GT, “berlinetta” dall’immagine infonfondibilmente “old style”, svelata esattamente un anno fa (Ginevra 2017) che si prepara a ricevere uno “spin-off” all’imminente edizione 2018 del Salone di Ginevra, in programma dall’8 al 18 marzo.

Si tratta di David Brown  Speedback Silverstone (anticipata nelle scorse settimane da alcuni primi dettagli) che la factory artigianale di Coventry – per inciso: la città che rappresenta la storica “culla” del motorismo d’oltremanica – ha allestito prendendo quale “base di partenza” proprio la Speedback GT, vettura di altissima gamma dalle linee volutamente ispirate alle più prestigiose vetture sportive britanniche degli anni 60, e alla iconica Aston Martin DB5 in particolare, e realizzata su piattaforma Jaguar nonché equipaggiata con… una vecchia conoscenza, ovvero il performante V8 da 5 litri sovralimentato con turbocompressore che equipaggia Jaguar XKR, e che sviluppa 510 CV e 625 Nm di coppia massima ed abbinato al medesimo cambio automatico a sei rapporti.

Di David Brown Speedback Silverstone Edition viene, finora, reso noto soltanto un particolare del corpo vettura: una delle feritoie che campeggiano in prossimità dei passaruota anteriori. Le caratteristiche di design saranno rese note nei prossimi giorni. Si tratterà, in ogni caso, di un modello ancora più esclusivo in rapporto alla già limitata produzione di Speedback GT, che David Brown Automotive – nessuna parentela con l’omonimo proprietario del marchio Aston Martin nel dopoguerra – aveva, a suo tempo, indicato in un centinaio di esemplari, tutti realizzati a mano e da proporre sul mercato ad un prezzo-base indicato in 500.000 sterline ma che può aumentare, in virtù della possibilità di ordinare ogni unità con specifiche su misura, alla stregua delle creazioni di alta sartoria che contraddistinsero le creazioni di altissima gamma anni 60.

Secondo alcune anticipazioni, la serie speciale Speedback Silverstone Edition verrà “tirata” in una decina di esemplari, tutti rivolti ad una connotazione di stile dichiaratamente “corsaiola” e che potrebbe portare in dote anche un sensibile aumento di potenza: staremo a vedere.

Insieme alla inedita Speedback Silverstone Edition, lo stand David Brown Automotive esporrà al Salone di Ginevra 2018 la stessa Speedback GT e la interessante MINI Remastered (presentata in anteprima la scorsa primavera al Top Marques Monaco 2017), “rivisitazione” della popolarissima utilitaria ideata da Alec Issigonis che sul tradizionale corpo vettura della eterna “Mini” (e sullo stesso motore da 1.275 cc dell’ultima generazione, qui però portato ad una potenza di 78 CV)  abbina connotazioni hi-tech e, anche qui, rifiniture di alta gamma: fanaleria a Led, griglia anteriore in alluminio, dispositivo infotainment con display da 7” compatibile con gli standard Android Auto e Apple CarPlay, finiture abitacolo anch’esse realizzate a mano.

David Brown Speedback Gt Vedi tutte le immagini
Altri contenuti