Renault Espace Initiale 1.6 dCi: la prova su strada

Abbiamo provato in anteprima la nuova Renault Espace 2015, che ci ha impressionato per il comfort da prima classe e la qualità della vita bordo.

Renault Espace Initiale 1.6 dCi: la prova su strada

Renault Espace Initiale Paris Energy dci 160 CV

Design

9.50

Comfort

9.00

Prestazioni

7.00

Consumi

7.50

Prezzo

8.00

VOTO Motori.it: 8.20

Pro

Design, abitabilità, comfort, prezzo

Contro

Dimensioni importanti, mancanza trazione integrale

di Andrea Tomelleri

25 giugno 2015

Abbiamo provato in anteprima la nuova Renault Espace 2015, che ci ha impressionato per il comfort da prima classe e la qualità della vita bordo.

Una scelta coraggiosa. Trasformare la monovolume per eccellenza – quella che ha creato il segmento nel lontano 1984 – in un crossover, non deve essere stata una scelta facile per la Casa della Losanga. Il rischio era quello di perdere l’identità del modello Espace andando a confondersi con le altre proposte della concorrenza. Invece l’operazione Espace è riuscita perfettamente e il risultato è una vettura che prende il meglio da ogni segmento e lo offre con eleganza al suo proprietario. A bordo della nuova Espace si vive un’esperienza appagante, sia come guidatore sia come passeggero. Per la nostra prova abbiamo scelto l’allestimento più lussuoso Initiale Paris, equipaggiato con la motorizzazione Energy 1.6 dci da 160 CV che sarà la più venduta in Italia.

Renault Espace 2015: sapientemente crossover

Il design della nuova Renault Espace mescola con sapienza i tratti caratteristici di una monovolume, come il parabrezza spiovente e il cofano poco pronunciato, con gli elementi tipici di un SUV, come il corpo vettura rialzato e i passaruota marcati. Una presenza su strada massiccia quella della nuova Espace 2015, rimarcata con forza anche dal frontale che esprime eleganza ed aggressività al tempo stesso. I gruppi ottici, dotati di luci diurne a Led, si integrano perfettamente con la calandra cromata, creando un design che non lascia indifferenti. Inoltre il colore dell’esemplare in prova, Nero Ametista, esaltava ulteriormente l’effetto scenico, grazie ai riflessi violacei che emergevano in base all’esposizione solare. Ad alleggerire la fiancata ci pensa la forma sinuosa della finestratura laterale verso la coda, dove si riallaccia al lunotto posteriore con una raffinata cromatura. Nella coda i gruppi ottici, ovviamente a Led, disegnano una piacevole forma trilobata che si allunga sulla fiancata.

Interni: viaggiare in prima classe

Anche i piccoli spostamenti a bordo della nuova Renault Espace si trasformano in un’esperienza piacevole all’insegna del comfort e del lusso. L’abitacolo offre una qualità di vita a bordo da vera ammiraglia, con in più un senso di spaziosità sconosciuto alle berline più lussuose, accentuato sull’esemplare in prova dalla presenza del tetto panoramico. I sedili della prima fila assomigliano più a delle poltrone e accolgono i passeggeri con rivestimenti in pelle [glossario:nappa] pieno fiore, coccolandoli con regolazioni elettriche e massaggi. L’atmosfera da Spa di un hotel è richiamata anche dall’illuminazione interna a Led, che abbraccia l’intero abitacolo e si rivela estremamente emozionale grazie alla possibilità di scelta tra cinque colorazioni. La plancia è dominata dal grande schermo touch da ben 8,7 pollici del sistema R-Link2 collocato in posizione quasi verticale, una soluzione davvero unica che diventa un elemento d’arredo nell’abitacolo. Da questo schermo è possibile controllare diverse funzioni, dalla multimedialità, all’illuminazione, fino all’abbattimento dei sedili con il sistema One-Touch. La consolle centrale ha un design avveniristico, quasi aeronautico, ed è sospesa nella parte anteriore formando una mensola con al di sotto un ampio vano portaoggetti e portabottiglie. Spazio in abbondanza per la seconda fila di sedili, che prevede poltroncine indipendenti e comandi del climatizzatore dedicati. Il bagaglio ha una capacità più che abbondante in configurazione cinque posti – il vano utile raggiunge infatti i 660 litri – e rimane capiente anche con le poltroncine della terza fila in utilizzo.

Renault Espace 2015: come va su strada

Se le dimensioni abbondanti e l’altezza possono impensierire, appena si è al volante della nuova Renault Espace ci si rende conto che la dinamica di marcia è sempre fluida e piacevole. Certo, la massa in gioco è importante e si percepisce soprattutto nei veloci trasferimenti di carico, ma d’altronde il terreno ideale dell’Espace è l’autostrada ed è qui che dà il meglio di sé. Il motore 1.6 dci da 160 CV e 320 Nm si dimostra adeguato per guidare nel massimo comfort e in totale souplesse. Non è una motorizzazione prestazionale, ma per chi cerca maggior brio è disponibile il benzina da 200 CV. La vera sorpresa della nuova Espace è il Multi-Sense, un sistema di gestione delle modalità di guida (con cinque selezioni: Eco, Comfort, Neutro, Sport e Perso) che interviene anche sull’innovativo 4Control, sistema che prevede [glossario:quattro-ruote-sterzanti] e migliora la manovrabilità e la tenuta di strada ad alta velocità. Unico vero difetto della nuova Espace è la mancanza della trazione integrale, non disponibile nemmeno a richiesta, che avrebbe consentito una maggiore versatilità e sicurezza sui fondi sconnessi, andando a completare il mix di qualità di questo crossover.

Renault Espace 2015: una ammiraglia con 49.500 euro

Mettersi in garage una ammiraglia con meno di 50mila euro è possibile. La nuova Renault Espace Initiale Paris della nostra prova ha un prezzo finale di 49.500 euro, davvero competitivo se si considerano i contenuti – molti e decisamente premium – che la vettura offre. Tra gli optional il tetto panoramico, il Pack Cruising, il Pack City e poco altro. La maggior parte delle dotazioni sono rigorosamente di serie sulla versione Initiale, che ha un prezzo base di 45.500 euro. La gamma dei prezzi per chi cerca una versione meno accessoriata (gli altri allestimenti sono Zen e Intens) parte da 32.900 euro

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...