Quattro ruote sterzanti

  • Quattro ruote sterzanti
  • 4WS – 4 Wheel Steering
  • IAS – Integral Active Steering
  • Sterzo attivo sulle ruote posteriori
  • RAS – Rear Active Steering
  • ReAxs

Il concetto delle quattro ruote sterzanti, o meglio, delle ruote sterzanti sia sull’asse anteriore sia su quello posteriore, deriva dalla necessità di aumentare la manovrabilità del veicolo alle basse velocità con la sterzatura in controfase, e per migliorare la stabilità del veicolo ad alta velocità con la sterzatura in fase. Con l’adozione di rapporti di sterzatura negativi (le ruote posteriori sterzano nella direzione opposta di quelle anteriori, quindi in controfase) è possibile inserire il veicolo in traiettorie curvilinee di raggio minore. Viceversa, a velocità sostenuta, nel veicolo 4WS (4 Wheel Steering) con le ruote posteriori sterzate nella stessa direzione di quelle anteriori (in fase) è possibile ridurre l’angolo di imbardata rendendo più agevole il controllo del veicolo stesso. Le ruote posteriori non vengono comandate dallo sterzo ma funzionano un po’ come gli assi posteriori degli autocarri. Le ruote sono montate su mozzi collegati alle sospensioni in modo da poter ruotare leggermente (generalmente fino a 7°) lungo l’asse verticale.

Fino agli anni Ottanta, i sistemi a quattro ruote sterzanti erano essenzialmente meccanici, con ruote posteriori accoppiate alle ruote anteriori ed angoli fissi per compensare le imperfezioni del veicolo come il sottosterzo. Con l’arrivo dei vari sistemi di controllo elettronico della stabilità è stato possibile sostituire tali sistemi meccanici ottenendo notevoli vantaggi. Verso la fine degli anni Novanta, alcune case automobilistiche, tra cui Nissan e Toyota, hanno sviluppato sistemi idraulici o elettrici.

Ad oggi vengono utilizzati diversi sistemi per i telai a quattro ruote sterzanti, o con lo sterzo attivo sulle ruote posteriori. BMW l’ha battezzato IAS (Integral Active Steering); Saab, nel 2002, ha lanciato il ReAxs System sulla sua berlina 9-3; dal 2006, sulle Infiniti M c’è il RAS (Rear Active Steering) che agisce sulle ruote posteriori modificando la geometria delle sospensioni e quindi sterzando automaticamente in fase o in controfase rispetto a quelle anteriori. Nello stesso periodo anche la Renault è uscita con le quattro ruote sterzanti. Sulla Laguna del 2008 è apparso infatti il telaio Active Drive. Fino a 60 km/h, le ruote posteriori ruotano in senso opposto rispetto a quelle dell’avantreno, con un’angolazione massima di 3,5°. A partire da 60 km/h, l’obiettivo non è più aumentare la maneggevolezza, bensì il miglioramento della stabilità. In questa situazione si sterzano le ruote posteriori nello stesso senso e simultaneamente rispetto alle ruote anteriori per contrastare la forza centrifuga che tende a far sbandare il retrotreno in curva. Con un angolo di sterzata delle ruote abitualmente inferiore a 2°, il retrotreno si conforma istantaneamente alla traiettoria ideale, a vantaggio della stabilità e dell’efficacia.

Fonte:
Altre voci di glossario Mostra tutto