Ford: ecco come insonorizzare l’abitacolo

Si chiama Noise Vision e grazie a 30 microfoni e 12 microcamere è in grado di individuare con precisione le fonti di rumore nell’abitacolo

Ford: ecco come insonorizzare l'abitacolo

di Lorenzo Stracquadanio

27 ottobre 2009

Si chiama Noise Vision e grazie a 30 microfoni e 12 microcamere è in grado di individuare con precisione le fonti di rumore nell’abitacolo

Ford sta provando negli Stati Uniti una tecnologia che consente di individuare le fonti di rumore all’interno dell’abitacolo e di eliminarle nella fase di costruzione delle vetture. Obiettivo della Casa è realizzare un ambiente completamente insonorizzato per garantire maggior comfort ai passeggeri.

La tecnologia si chiama Noise Vision – per la precisione Noise Source Identification Tool (Strumento per l’individuazione delle fonti di rumore) – e consiste in una piccola sfera che viene piazzata all’interno dell’abitacolo e dotata di oltre 30 microfoni, estrememente sensibili in grado di captare i rumori più flebili, e di ben 12 microcamere.

Una volta raccolto un numero sufficienti di dati spetta a un software specifico creare un’immagine computerizzata degli interni che mostra i punti deboli da cui provengono i rumori: dal fruscio del vento ai cigoliì delle plastiche fino al rombo del motore, o a quelli provenienti dall’esterno.

La soluzione non solo permette di realizzare abitacoli più silenziosi, ma consente all’azienda di ottenere un notevole rispamio in termini di tempo e di costi. Se in passato infatti erano necessari giorni o settimane per identificare con precisione le fonti di rumore e poi eliminarle, con Noise Vision bastano poche ore. Secondo Ford si possono evitare almeno 200 ore di test in galleria del vento in un solo anno, che in termini di costi, stima la Casa, equivale a oltre 300.000 dollari.

Ford ha già cominciato a usare Noise Vision nei modelli di gamma che andranno in produzione nel 2010. “In precedenza – spiega Bill Gulker, a capo del Wind Noise Engineering di Ford – occorreva andare avanti per tentativi in un continuo processo di eliminazione. Questo strumento invece ci mostra perfettamente e in modo immediato qual’è la fonte del rumore permettendoci di eliminarla una volta per tutte”.